PC fai da te: sì, ha ancora senso! (seconda parte)

Guide, Tuner's Corner     Autore: Rocco Sicoli 10 Commenti »

A quanto pare l’idea di realizzarsi il proprio PC su misura non è affatto tramontata, anzi da quanto emerso, in molti quotidianamente lavorano al tuning del proprio desktop, per renderlo sempre più “conforme” al proprio lavoro o ai propri hobby. Tanto da far emergere un dato molto interessante: alla fine l’importante nello scegliere di farsi da sé un PC, non è tanto il risparmio netto che si può raggiungere rispetto ad un desktop da discount, ma la possibilità di avere quotidianamente come compagno di viaggio un computer in grado di soddisfare tutti i nostri bisogni. Già, la soddisfazione non è avere qualche euro in più nel portafogli, ma riuscire a creare la macchina perfetta, in pratica si tratta di realizzare un vero e proprio sogno: il nostro!

Ma andiamo sul campo e scopriamo il ventaglio di possibilità di personalizzazione che ci offre il costruire un desktop scegliendo uno ad uno tutti i componenti. Per farlo abbiamo “analizzato” 5 segmenti significativi, in base all’utilizzo che vorremo fare del PC e ovviamente dei costi:

  1. Economico: per navigare sul Web e lavorare con Office e altre applicazioni base.
  2. Gamer: per giocare con i nuovi videogame, senza spendere troppo.
  3. Professional: per fare grafica, musica e 3D senza intoppi.
  4. Media Center: per guardare foto, video ecc. sul nostro televisore ed elaborare contenuti multimediali.
  5. Top (o Extreme Gamer): per chi vuole il massimo del massimo in ogni settore e non si accontenta di configurazioni umane.

Ovviamente, fra questi cinque segmenti avremo di fronte configurazioni totalmente diverse tra loro, con costi spesso imparagonabili… Ma come si suol dire: ad ognuno il suo. Naturalmente, per tutte le configurazioni “fai da te”, dobbiamo considerare il costo del sistema operativo, se vogliamo installare Windows 7, che per la versione Home Premium è di circa 75 euro, mentre per la versione Professional è di 109 euro. Altrimenti, possiamo sempre installare una fedele copia di Ubuntu o di un altro sistema operativo free di nostro gradimento.

Bene, partiamo dall’analizzare le configurazioni economiche:

Slim Economico Discreto Bilanciato
Prezzo 180 euro 200 euro 230 euro 250 euro
Piattaforma Intel Atom/Mini ITX AMD/Micro-ATX AMD/Micro-ATX Intel/ATX
Motherboard/ 

CPU

AsRock AD510PV/Intel Atom D510 MSI GF615M P33/AMD Sempron 140 MSI GF615M P33/Athlon II X2 240 AsRock G41M-S3/Intel Celeron E3300
Case iTek nCube Asus B12 iTek Elephant Asus B41
Alimentatore 200W Nilox 350W 500W LinQ 500W
RAM 2x Kingston KVR800D2N6 da 1 GB 2 GB Kingston KVR1333D3N9 2x Kingston KVR1333D3N9
da 2 GB
2x Kingston KVR1333D3N9
da 2 GB
Hard disk WD Caviar Blue
320 GB
Seagate 500 GB Seagate 500 GB Seagate 500 GB
Scheda Video integrata integrata integrata Palit NVIDIA G210
Unità ottica Sony AD-5260 Sony AD-5260 Sony AD-5260 Sony AD-5260
Extra
Pro Dimensioni contenute Espandibilità Espandibilità Scheda Grafica
Contro Espandibilità Case molto grande
Consigliato a… Chi ha problemi di spazio sulla scrivania Vuole spendere il minimo ed avere un PC per navigare Ha bisogno di un buon compreomesso tra prezzo e prestazioni Per chi ha bisogno di un PC versatile e non troppo “striminzito”

 

E’ facile comprendere, vedendo la varietà di configurazioni che siamo riusciti a tirar fuori dal Web, che anche per chi vuol spendere il minimo, le opportuinità di avere un PC che risponda alle proprie esigenze non mancano di certo. Ma passiamo a sistemi un “po’ più impegnativi”, dedicati ai giocatori che vogliono divertirsi senza però svenarsi. Ecco, delle proposte per dei buoni PC Gamer da metter su:

Gamer Entry
Gamer Surround
Gamer 3D
Gamer Top
Prezzo 800 euro 920 euro 1.350 euro 1.850 euro
Piattaforma Intel/ATX AMD/ATX Intel/ATX Intel/ATX
Motherboard/ 

CPU

Asus P8P67-M/Intel Core i5 2400 Asus M4A89GTD-PRO/AMD Phenom II X4 980 Asus P8P67-M/Intel Core i7 2600 Asus P8P67-M/Intel Core i7 2600
Case Asus B41 Cooler Master Centurion 5 Cooler Master Gladiator 600 Cooler Master HAF NVIDIA Edition
Alimentatore Cooler Master Silent Pro 600 W TechSolo TP-600
600 W
Corsair CMPSU-800GEU 800W Thermaltake Though Power da 850W
RAM Kit OCZ OCZ3BST2000LV4GK 2x2GB DDR3 2GHz Kit OCZ OCZ3BST2000LV4GK 2x2GB DDR3 2GHz Kit OCZ OCZ3BST2000LV4GK 2x2GB DDR3 2GHz Kit OCZ OCZ3BST2000LV4GK 2x2GB DDR3 2GHz
Hard disk WD Caviar 1 TB WD Caviar 1 TB Seagate Barracuda 7200.11 da 1,5 TB WD VelociRaptor
da 600 GB e WD Caviar Green da 1 TB
Scheda Video eVGA GTX560 XFX 6970 Sparkle GTX570 Sapphire HD 6990
Unità ottica Samsung SH-S223 Samsung SH-S223 LG BH10LS30 LG BH10LS30
Extra Mouse Microsoft Sidewinder X5 e tastiera X6 Creative T6160 NVIDIA 3D Vision Kit e monitor Acer GD245HQ Mouse Razer Mamba
Pro Rapporto prezzo/prestazioni Audio 7.1 e potenza in tutti i settori Supporto 3D NVIDIA Veloce in ogni settore
Contro Non è il massimo per giocare Scheda video non al top Prezzo e consumi
Consigliato a… Tutti coloro desiderano avere un PC “pronto a tutto” senza spendere una fortuna Gli amanti della qualità audio durante il gioco Chi non può vivere senza guardare il mondo in 3 dimensioni Per chi giocare non è uno svago, ma quasi una professione che non può cedere ai compromessi

 

Dal divertimento passiamo al lato serio dei PC. Infatti, per lavorare, spesso possono bastare pochi accorgimenti e qualche scelta “fuori dal comune” per rendere una configurazione normale, il sistema perfetto per fare grafica, musica o lavorare con database ed elaborare contenuti per il Web. Ecco allora i fantastici 3 professionali, per lavorare nel settore del multimedia, del Web, della creatività e più in generali con applicazioni per la progettazione e l’ingegneria.

Grafica e Web
3D e Ingegneria
Workstation Pro
Prezzo 1.250 euro 1.230 euro 3.800 euro
Piattaforma AMD/ATX Intel/ATX Intel/ATX
Motherboard/ 

CPU

Asus M4A89GTD-PRO/AMD Phenom II X4 980 Asus P8P67 Deluxe/Intel Core i7 2600 Asus Sabertooth/Intel Core i7 990X
Case ASUS Vento 7700 Cooler Master Gladiator 600 Cooler Master Cosmos 1.000
Alimentatore Cooler Master Silent Pro 600 W iTek 700W Thermaltake Though Power da 850W
RAM 2x Kingston KVR1333D3N9
da 2GB
Kit OCZ OCZ3BST2000LV4GK 2x2GB DDR3 2GHz 2x Kit OCZ OCZ3BST2000LV4GK 2x2GB DDR3 2GHz
Hard disk 2x WD1003 RE4 da 1TB Seagate Barracuda 7200.11 da 1,5 TB WD VelociRaptor
da 600 GB
e 2 WD1003 RE4 da 1 TB in RAID
Scheda Video Sapphire HD 6790 PNY Quadro 2000 PNY Quadro 4000
Unità ottica Samsung SH-S223 Samsung SH-S223 Sony AD-5260
e LG BH10LS30
Extra Wacom Intuos4 A4 Wide Mouse Razer Lachesis e Buffalo MiniStation USB 3.0 da 1TB Wacom Cintiq 12WX
Pro Tavoletta grafica e flessibilità della configurazione Prestazioni nel rendering 3D Massima potenza nelle elaborazioni 3D complesse
Contro Non è il massimo per il 3D Rumorosità e consumi Prezzo
Consigliato a… Chi lavora o si diletta con foto, grafica 3D e creazione di contenuti per il Web Ha bisogno del massimo per progettare e lavorare in ambienti 3D complessi Tutti coloro hanno bisogno di un sistema potente e instancabile per elaborare foto, video e grafica
di ogni genere

 

Prima di concludere con la configurazione “svuota portafogli” ecco dei sistemi per gli amanti del cinema e della buona musica. Insomma, dei Media Center factotum o quasi:

Silenzioso Potente
Prezzo 650 euro 900 euro
Piattaforma Intel/Micro ATX Intel/ATX
Motherboard/ 

CPU

Shuttle FH67/Intel Core i3 2100 Asus P8P67 Deluxe/Intel Core i5 2400
Case Shuttle SH67H3 Techsolo TC-600
Alimentatore 300W Cooler Master Silent Pro 600 W
RAM 2x Kingston KVR1333D3N9
da 2GB
2x Kingston KVR1333D3N9
da 2GB
Hard disk Seagate Barracuda
1 TB
WD Caviar Green 1 TB
Scheda Video ASUS EAH5570 Silent ASUS ENGTX560
Unità ottica LG BH10LS30 LG BH10LS30
Extra
Pro Dimensioni contenute e scarsa rumorosità Potenza e versatilità
Contro Espandibilità limitata
Consigliato a… Chi desidera posizionare il PC in salotto affianco al proprio televisore Chi ha bisogno di un PC che in più consenta di avere un Media Center affidabile

 

Ed eccoci, infine, al top che possiamo pretendere di avere sulla scrivania… Ovviamente, in questo caso non ci sono alternative!

Over the Top
Prezzo 3.500 euro
Piattaforma Intel/ATX
Motherboard/ 

CPU

Asus Sabertooth/Intel Core i7 990X
Case Cooler Master Cosmos 1.000
Alimentatore Geil Thunderbolt 1200w
RAM Kit 3×2 GB Corsair i7 1.600 MHz
Hard disk 2x WD VelociRaptor
da 600 GB
Scheda Video Asus ENGTX590
Unità ottica LG BH10LS30
Extra Dissipatore Zalman CNPS9900MAX, Creative X-Fi Titanium HD e Logitech Z5500
Pro Il massimo in ogni settore
Contro Prezzo
Consigliato a… Tutti coloro desiderano un PC imbattibile sotto tutti i punti di vista

 

E dopo questa scorpacciata di configurazioni, hardware di ogni genere e prezzi, lasciamo spazio a due riflessioni per concludere:

Prima considerazione da fare, se guardate con attenzione le proposte che abbiamo assemblato (eccetto quelle economiche) noterete che gli extra sono dei componenti qualificanti per ciascuna configurazione; basta sottrarre al costo totale della configurazione consigliata  il prezzo degli extra per arrivare ad avere un PC “normale” con una soglia di prezzo che oscilla dai 500 ai 700 euro. (ad es. il Gamer 3D senza display e kit NVIDIA costerà poco meno di 900 euro)

Seconda riflessione, se vi state chiedendo come abbiamo calcolato il prezzo di ciascuna proposta, ecco qual è stato il nostro metodo di lavoro: abbiamo fatto una media del prezzo di ciascun componente prendendo in esame sia gli store on-line che alcuni negozi “reali”, ed alla somma dei componenti abbiamo aggiunto da 15 a 25 euro in base alla reperibilità dei prodotti, così da considerare eventuali spese di spedizioni per un paio di ordini su diversi store.
Adesso, non resta che confrontare queste configurazioni con quelle dei desktop che troviamo sui volantini di Mediaworld, Unieuro, Euronics e compagnia, per capire se per noi è meglio rinunciare a qualcosa, oppure mettersi subito all’opera per avere sulla scrivania il nostro PC dei sogni.

PC fai da te: ha ancora senso? (prima parte)

Guide     Autore: Rocco Sicoli 12 Commenti »

Per Natale scorso, dopo 3 anni buoni di servizio, ho deciso di sostituire il mio vecchio notebook dotato di un Intel Core 2 Duo, con un più potente e convincente Core i5 480M appena uscito di fabbrica. Dopo un’attenta ricerca tra i tanti modelli presenti sugli scaffali delle maggiori catene di prodotti informatici, ho trovato il portatile che tuttora utilizzo e che mi regala grosse soddisfazioni, con un prezzo tutto sommato accettabile, riuscendo a risparmiare quasi 100 euro rispetto ad un modello scelto inizialmente senza attenzione.

Il mio piccolo Core i5 è capace di esprimere buone prestazioni, al punto tale da aver mandato in crisi il mio fedele desktop con un ormai “vecchio” Q9650. Troppa la differenza che noto quando torno a casa e utilizzo gli stessi programmi, che però impiegano il doppio del tempo ad avviarsi… Per non parlare del brusio delle ventole (saranno mica le due 270GTX in SLI?) e in generale del rendimento del sistema, che ha combattuto tante battaglie al mio fianco. Così seppur a malincuore ho deciso di sostituirlo con qualcosa di più consono alle mie abitudini e necessità. Sarà l’età che avanza o la pigrizia da utente assuefatto alle comodità di Apple, ma il primo pensiero questa volta non è stato di farmi da solo il PC, ma di andare “al supermercato” e vedere se c’era già qualcosa di pronto capace di conquistare il mio cuore.

Niente da fare, girando tra le infinite distese di scaffali trovo solo sistemi “sbilanciati” a cui manca sempre qualcosa per essere quello giusto, valido a 360°. Per non parlare dei prezzi, certo non sono altissimi, ma ad occhio e croce con quelle stesse cifre sono certo che riuscirei ad ottenere qualcosa di meglio. Così, forse più felice che sconsolato, torno sui miei passi e mi metto a caccia dei componenti giusti per quello che sarà il mio nuovo desktop con Windows 7 (pronto ad accogliere Windows 8…) e potenza da vendere!

Basta un giro su 2-3 siti dedicati ai componenti hardware, per avere davanti un paio di configurazioni, che se confrontate con quelle che ho annotato sull’iPad nel mio giro tra le GDO cittadine, hanno tanti punti di forza, tra cui il prezzo, e ben pochi di debolezza.

Intel Core i5 - Può bastare?

Un Core i5 di fascia alta oggi può essere la scelta migliore per il nostro desktop.


Ma quali possono davvero essere le reali differenze tra un sistema “medio” della GDO di un grande e noto marchio come Media World e uno fatto in casa? La prima risposta, a vantaggio dei sistemi già pronti è la garanzia, o meglio l’assistenza ormai molto rapida, che gran parte dei marchi mettono a disposizione dei propri clienti. Una cosa da non sottovalutare, visto che può risparmiare parecchi fastidi. Ma non dobbiamo nemmeno dimenticare che su tutti i componenti che acquistiamo singolarmente, vige la garanzia Europea di minimo 2 anni, quindi anche in caso di PC assemblato dal punto di vista dei malfunzionamenti siamo più che tutelati, certo se il problema non dipende da un errore di montaggio involontario (ma noi siamo molto attenti vero?).

A vantaggio del sistema fai da te c’è per prima cosa il prezzo; ricalcando la configurazione di un desktop presente su uno dei tanti flyer riusciremo a risparmiare quasi 100 euro nella maggior parte dei casi e ancora di più (fino a 230 euro da una prima indagine) per i sistemi di fascia alta. E ci metterei anche il lato “sentimentale” di avere accanto durante il proprio lavoro quotidiano qualcosa che abbiamo plasmato con le nostre mani.

hard_disk

Avere tanto spazio su disco è certamente un vantaggio... Ma non è tutto!


Ma per passare a qualcosa di sostanzioso e di più razionale, scendiamo nel particolare delle configurazioni, che troppo spesso sono sbilanciate o poco curate nei dettagli. In particolare, “l’errore” (ma sarebbe meglio dire la “furbizia”…) delle case produttrici di PC è quello di evidenziare nelle configurazioni i componenti commerciali come RAM e HDD, per cui spesso ci imbattiamo in sistemi carrozzati con 6 GB di RAM e 2 TB di hard disk, che però poi sfruttano processori di fascia medio-bassa (al massimo Core i5 per di più non di ultima generazione) e hanno schede video a dir poco ridicole per giocare dignitosamente con i videogame di ultima generazione ad una risoluzione dignitosa e con i filtri di qualità attivi. Per non parlare delle schede madri, che hanno pochissimi slot di espansione e degli alimentatori “ridotti ai minimi termini”; è già un’impresa trovare qualche PC con una PSU da 500W, figuriamoci qualcosa di superiore che in futuro ci consenta di utilizzare una scheda video più potente o un processore di fascia alta.

Insomma, gli spunti di riflessione sul perché farsi un PC in casa non mancano di certo. Soprattutto se vogliamo una configurazione che ci consenta di fare davvero di tutto. Già, perché non sono i 100 euro risparmiati il vero punto di forza (visto che per assemblare un PC con cura, se siamo abbastanza esperti impiegheremo un paio d’ore), ma le prestazioni che potremo toccare sia quando lavoriamo, che quando navighiamo e, soprattutto, quando vorremo rilassarci godendoci il nostro nuovo videogame appena scartato, senza dover rinunciare al dettaglio e al massimo divertimento.

Per non parlare dei sistemi di raffreddamento, delle scelta del case  e di tante altre caratteristiche per cui un assemblato fai-da-te in alcuni casi è preferibile ad un sistema bell’e pronto! Dunque, non perdete la seconda parte di questo articolo, dove scenderemo nei dettagli di alcune configurazioni progettate per scenari di utilizzo ben precisi, badando anche al budget a disposizione. A presto!

Trasformare il movimento in energia sarà possibile grazie ai nano fili piezoelettrici

Gadget e Hi-Tech, Guide     Autore: Alessandro Crea 1 Commento »

Trasformare i più piccoli movimenti, una leggera brezza di vento e persino i battiti cardiaci in energia elettrica per alimentare dispositivi portatili. Presto sarà possibile grazie ai nano fili piezoelettrici messi a punto dal team del professor Zhong Lin Wang, presso il Georgia Institute Of Technology.

Continua la lettura »

Si chiama Adamo il tentativo di Dell per insidiare Apple

Gadget e Hi-Tech, Guide     Autore: Alessandro Crea Nessun Commento »

Lungamente atteso e chiacchierato grazie anche a un’accorta campagna pubblicitaria da parte di Dell, poi confermato a gennaio, ma non presentato, al CES di Las Vegas e infine annunciato come disponibile nella giornata di oggi: ecco Dell Adamo, il nuovo laptop ultraportatile che “ruba” il titolo di notebook più sottile del mondo nientemeno che al MacBook Air di Apple.

Continua la lettura »

Monitor LCD FAQ – Caratteristiche

Guide     Autore: Ivan Schinella Nessun Commento »

- Che differenza c’è tra tempo di risposta BtB e GtG?

Il classico tempo di risposta btb (Black to black = nero-bianco-nero, misura il tempo che il pixel impiega nel passaggio da nero a bianco (tempo di “rise”) e ancora a nero (tempo di “fall”). Quindi il tempo finale sarà la somma dei tempi rise e fall, come definito dallo standard ISO 13406-2.

Continua la lettura »

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati