Perché Microsoft ha prodotto un tablet ma non uno smartphone?

Gadget e Hi-Tech     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

Microsoft ha sorpreso tutti, sviluppando in proprio il suo tablet Surface e creando non poche perplessità tra gli OEM. Ciò nonostante, è lecito non aspettarsi che l’azienda di Redmond possa produrre in proprio anche uno suo smartphone, questo per la seguente serie di motivi.

Con Surface, Microsoft entra nel ricco business dei tablet. Nel settore hardware, l’azienda è già presente da diversi anni con mouse, tastiere, webcam e soprattutto con la sua Xbox. La produzione di uno smartphone è cosa molto diversa, però, poiché in questo settore la situazione degli OEM è molto diversa.

Microsoft non ha bisogno di mettersi in competizione con i proprio partner per costruire un grande dispositivo. Nokia, lo sta già facendo, a differenza degli OEM di PC. Tra l’altro, Microsoft non può permettersi di competere con i suoi partner hardware, nel mercato della telefonia, perché questi hanno a disposizione molte alternative, a differenza degli OEM di PC, che non hanno una seria alternativa a Windows.

 

Microsoft Surface

Surface è un ottimo esempio di progettazione hardware da cui Microsoft trarrà indubbi
benefici nel dimostrare le potenzialità funzionali del suo nuovo Windows 8.

 

La sciatteria dimostrata da produttori di PC, nel seguire inutili dinamiche, come la corsa alle prestazioni di processori sempre più onerosi in termini energetici, di interfacce mouse-oriented e di tablet con design superficiali, ha deluso molti utenti e spinto Microsoft a progettare in proprio il suo tablet.

Questa mossa è molto positiva per l’ecosistema Windows, poiché fornirà un adeguato focus sulle funzionalità hardware e software di Microsoft, su come ottimizzare «l’esperienza utente» prestando attenzione ad ogni particolare, sin dal processo di installazione alla risoluzione dei problemi.

Niente di quanto detto per Surface e Windows 8 vale per Windows Phone. La piattaforma hardware limitata semplifica lo sviluppo e l’assistenza anche in presenza di più fornitori. Non è semplice sbarazzarsi di operatori e applicazioni OEM che non si desidera. L’hardware non è un problema. I Windows Phone di Samsung sono ben progettati e accettabili, anche se non otterranno gli aggiornamenti come dovrebbero.

Nokia Lumia 900

Con i Lumia, Nokia ha realizzato quei terminali innovativi e ricchi di tutte le caratteristiche
richieste da Microsoft per esaltare le potenzialità di Windows Phone.

 

HTC dispone di una gamma ragionevole di telefoni, che coprono un ottimo range di prezzi e operatori. Nokia, infine  sta facendo esattamente il tipo dispositivi innovativi, ben progettati e ricchi di caratteristiche hardware che Microsoft desidera per Windows Phone, capaci di sfruttare tutte le funzionalità dell’OS.

Microsoft non ha bisogno di acquisire un produttore mobile, o di creare in proprio un telefono, per ottenere i dispositivi che vuole. Inoltre, per una maggiore diffusione del suo sistema mobile, la casa di Redmond ha più bisogno degli OEM di quanto gli OEM abbiano bisogno di Microsoft.

Se Microsoft non desidera avere concorrenza sui Windows Phone, i produttori di telefonini hanno a disposizione tante alternative, iniziando da Android. Per quanto riguarda Linux, c’è Tizen, discendente di Meego, e numerosi altri progetti. Da poco, c’è la novità di Firefox OS, il sistema Mozilla  basato sul browser Gecko e HTML5, che vedrà presto la luce.

 

Google Nexus 7

Con il lancio del Nexus 7, Google aggredisce il mercato dei tablet Android, entrando in competizione
con il Kindle Fire di Amazon e lasciando poco spazio per il mercato OEM.

 

Il mercato desktop dei sistemi operativi è molto ristretto. Se i produttori di PC non sono contenti del fatto che Microsoft produca un suo tablet, che cosa possono di fare, abbandonare un mercato dove si vendono milioni di PC e di passare a Linux? Anche se si detesta Windows 8, il desktop Linux è ancora lontano da avere un «suo anno».

I tablet Android hanno ottenuto un successo commerciale molto limitato, ad esclusione di Amazon, con il suo Kindle Fire, la cui seconda generazione sta per vedere la luce, e per Google, pronto ad aggredire il mercato con il suo Nexus 7 da 199 dollari. I Chromebook non sono ancora una seria alternativa: sono troppo limitati e costosi rispetto ai notebook Windows.

Alcune indiscrezioni parlano di trattative tra Microsoft e RIM. I prodotti Researche in Motion hanno però molto in comune con quelli Microsoft. Il BlackBerry 10 replica numerose funzionalità di Windows Phone. La decisione di ritardarne il lancio al 2013 ha paradossalmente ridato una primavera ai dispositivi Lumia di Nokia,  dopo il pericoloso effetto Osborne creato dall’annuncio di Windows Phone 8, con cui Microsoft ha negato l’aggiornamento agli attuali terminali.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

2 Commenti

  1. afvis768

    impressionante
    [img]http://www.digoko.info./kv.gif[/img]

  2. yehlung2013

    FINE!LIKES!

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati