iPad: l’effetto Kindle Fire inizia a farsi sentire. È tempo di abbassare i prezzi?

Gadget e Hi-Tech, Mobile, Web e Business     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

Il successo delle prenotazioni del Kindle Fire di Amazon, e quello relativo alle vendite, anche se è da poco disponibile negli USA, stanno iniziando ad avere effetto sulle vendite del tablet Apple, tanto che si comincia a parlare di un possibile ritocco dei listini, unica strada percorribile, secondo diversi analisti, per contrastare le vendite del nuovo successo del book-store più grande al mondo.

La contrazione delle vendite dell’iPad di Apple, nell’ultimo trimestre del 2011, sta raggiungendo un livello febbrile. Non è ancora chiaro, però, se si tratti di una semplice pausa o se la cosa è più grave. Business Insider mette in risalto il rapporto di Bill Shope, analista di Goldman Sachs, che si preannuncia come un campanello d’allarme sulle vendite dell’iPad. Shope ritiene prudente assumere che per l’iPad si stia preparando una vera sfida della domanda. L’analista di Goldman Sachs ha inoltre affermato che Apple è in ritardo sul taglio dei prezzi dell’iPad.

 

Apple iPad 2

Le vendite dell’iPad hanno subito un brusco rallentamento, nel quarto trimestre 2011,
cosa che è destinata a diventare preoccupante, soprattutto in relazione al successo
che riscuoterà il nuovo Kindle Fire di Amazon.

 

Secondo Ben Reitzes, analista di Barclays Capital, le vendite dell’iPad sono preoccupanti. Nel quarto trimestre, Apple ha venduto 11,1 milioni di iPad rispetto alla previsione degli analisti di 11,7 milioni unità. L’inventario di magazzino di Cupertino è passato da 1,45 milioni a 2,5 milioni unità. Per il primo trimestre fiscale, Reitzes ritiene che la stima del volume di vendite dell’iPad, di 13,9 milioni di unità, potrebbe rivelarsi ottimistica di un valore compreso tra 1 e 2 milioni di unità.

Con il via delle vendite del tablet di Amazon, al prezzo di 199 dollari, l’effetto sulle vendite dell’iPad potrebbe essere dirompente. Il Kindle Fire è da molti ritenuto un dispositivo di intrattenimento piacevole, anche se con minori specifiche tecniche rispetto all’iPad.

 

Amazon Kindle Fire
Il Kindle Fire, con un prezzo di soli 199 dollari, è già un successo di prenotazioni.
C’è da giurare, però, che il tablet è destinato a diventare un best-seller di Amazon nel giro
di pochi giorni, soprattutto con il Natale alle porte.

 

È chiaro però che molti utenti, prima di lanciarsi nell’acquisto di un iPad, per una spesa di almeno 499 dollari, vorranno testare il tablet di Amazon. Il Kindle Fire potrebbe soddisfare le esigenze di numerosi possibili acquirenti di tablet, strappando clienti ad Apple. La cosa è talmente probabile che Apple sta pensando ad un iPad Mini proprio per contrastare le vendite del tablet di Amazon.

Secondo Ben Reitzes: «Apple continuerà a innovare la categoria tablet con un iPad 3, atteso per marzo 2012. La nuova versione sarà dotata di schermo HD, integrerà Siri e un processore più veloce. È  possibile che Apple continui a vendere l’iPad 2. Ci si aspetta però un possibile iPad 2S, con processore più veloce e l’integrazione Siri.»

 

Statistica di mercato dei tablet

Da una recente indagine sul nuovo tablet di Amazon, su un campione di utenti interessati
all’acquisto imminente di un tablet, il 44% degli utenti ha dichiarato di essere interessati
all’acquisto di un Kindle Fire. Solo il 12% ha dichiarato di voler acquistare un iPad.

 

L’analista prosegue ancora ritenendo che: «Apple manterrà probabilmente l’attuale versione da 16GB dell’iPad 2 nella line-up del prossimo anno, come “opzione a basso prezzo” per competere con nuovi concorrenti. L’iPad 3 potrebbe prevedere il supporto LTE, nell’autunno del 2012. Per tutte queste ipotesi, i consumatori sanno che non ha senso comprare un iPad 2 in questo momento».

Per Reitzes, è tempo di stimolare i prezzi. Apple dovrebbe semplicemente tagliare quello dell’iPad entry level. Se 200 dollari è il nuovo punto di riferimento per i tablet, allora l’iPad risulta costoso: «Francamente, è già incredibile che Apple sia stata in grado di mantenere fino ad ora i prezzi dell’iPad. Continuando così, Apple rischia di mantenere solo la fascia alta del mercato, mentre Amazon prenderà la fascia bassa. Apple può davvero permettersi di cedere la fascia bassa del mercato ad altri? Direi che Apple dovrà dedicarsi alla parte bassa del mercato, proprio come ha fatto con l’iPhone» aggiunge l’analista.

 

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

5 Commenti

  1. Calano le vendite dell’iPad, colpa del Kindle?

    [...] sul mercato del Kindle Fire, meno potente, ma sicuramente meno costoto del tablet Apple.[via]Ti è piaciuto questo articolo?Condividilo con i tuoi amici! Abbonati ai Feed RSS per non [...]

  2. GravityApple

    Certo che provare a leggere la domanda del sondaggio e poi mettere i commenti, probabilmente, prevede di saper leggere in inglese.
    Secondo punto, Kindle distruggerà Android, per il solo fatto di essere un fork di android e nemmeno dell’ultima release.
    Avremo developer che scriveranno per kindle/android fork , per Android ice cream, per android motorola razor, poi, più in dettaglio, l’applicazione da 9″, da 7″ e così via per ogni nuovo formato.
    Non dimentichiamo word e virus, già arrivati, già colpito.
    Previsione, caos totale in casa android.
    Auguri…

  3. chris m

    anch’io ho la stessa sensazione, finirà come qualsiasi fallimentare distribuzione linux… peccato però, e con buona pace per tutti coloro che pensano che tutto dovrebbe essere opensource .

  4. Rhemus86

    Apple che si dedica alla fascia bassa di mercato? In quale campo? Nell’iPhone? 399€ per un modello di 2 anni e mezzo fa e il nuovo modelli a PARTIRE da 659€ fibo a 899€? I prodotti Apple sono solo per fascia alta, nel bene o nel male sei sicuro di comprare qualcosa di “perfetto”. Non trovi pc plasticosi, processori atom ridicoli, telefoni con hardware inadatto (tutti gli android single core) o monitor da 27″ full hd (risoluzione totalmente inadatta per un monitor da scrivania).

  5. Trepeddu

    io dico che se ce un po di concorrenza ne giovano i clienti. se poi il tablet kindlef si dimostrera una ciofeca verra bocciato dal mercato, se non varra i soldi che costa sparirà dagli scaffali e sara un flop. pero dico anche un altra cosa: solo apple con il suo brandig spinto vende prodotti che nn valgono quello che costano solo perche c’è gente in giro che si sente figa perche ha la mela in bella vista…. poi siamo in un paese democratico e ognuno fa quello che vuole dei propri soldi. ribadisco: piu concorrenza ce piu i clienti ne giovano, sia quelli fashion victim che quelli un po piu sgamati. IMHO

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati