I processori Intel Ivy Bridge avranno un TDP massimo di 77W: altra mazzata alla rivale AMD

CPU, Ecologia e Risparmio Energetico, Tuner's Corner     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

Dopo la cocente delusione che ha caratterizzato l’arrivo della nuova famiglia di processori AMD, gli FX Bulldozer, per la casa di Sunnyvale arriva una nuova mazzata inferta dalla rivale Intel.

Sono trapelati infatti i nuovi piani della casa di Santa Clara, per la piattaforma di nuova generazione Ivy Bridge, con tecnologia a 22 nm, grazie ad alcune immagini trapelate prima su Chipell e riprese da VR-Zone.

 

Intel Ivy Bridge

Una Roadmap interna di Intel per il rilascio dei processori previsti nel 2012.

 

Intel ha infatti in programma di aumentare il livello di efficienza energetico dei nuovi processori, attesi per il secondo trimestre del 2012, sfruttando proprio la transizione del nuovo processo produttivo a 22 nm.

Anche i processori quad core di livello più potente P1 (performance 1) avranno un TDP di 77W, inferiore agli attuali 95W del Core i7 2600K.

Il processo produttivo a 22 Nm porterà anche in dote anche la nuova tecnologia Intel 3D Transistor oltre ad una nuova GPU pienamente compatibile con le librerie DirectX11 e una potenza sensibilmente maggiore rispetto alle attuali proposte Intel HD 3000 (presenti negli attuali Core i7 2600/2700K).

 

Immagine anteprima YouTube

La nuova tecnologia Intel 3D Transistor di Intel che promette maggiori prestazioni per la grafica.

 

Le soluzioni basate sulla nuova architettura Ivy Bridge di Intel saranno commercializzate in diversi segmenti di mercato, con lo scopo di sostituire le attuali CPU Sandy Bridge. Alcune versioni con TDP massimo di 77 Watt saranno disponibili in variante K”, dotate cioè di moltiplicatore di frequenza sbloccato.

Ma Intel non farà mancare nemmeno soluzioni con architettura quad core e TDP massimo di 65 Watt (variante “T”) e 45 Watt (variante “S”), oltre a quelle dual core con TDP massimo di 55W e 35 Watt (variante “S”).

 

Intel Ivy Bridge

Mappa della compatibilità tra i chipset delle schede madri delle serie 6 e 7
e i processori Sandy Bridge ed Ivy Bridge.

 

Nel segmento P1 rientra la serie Core i7-3700. Questi processori saranno caratterizzati da 8MB di cache L3, 4 core con 8 thread (HyperThreading abilitato). Appena al di sotto il P1, troviamo i segmenti MS1 ed MS2, quest’ultimo includerà chip quad-core con 6 MB di cache L3 e saranno privi della tecnologi aHyperThreading. Il modello di punta del segmento MS2 avrà un moltiplicatore sbloccato, molto simile al Core i5-2500K.

Nei segmenti MS1 ed MS2 rientreranno le serie di processori Core i5-3500, Core i5-3400 e Core i5-3300. Ci sarà una sola classe di Cpu dual-core, sempre nel segmento MS1, con un set set di istruzioni aggiornato rispetto alla generazione attuale, che includerà l’accelerazione AES-NI e PP-DRNG.

 

Intel Ivy Bridge

I vari segmenti previsti da Intel con i quali le nuove CPU Ivy Bridge sostituiranno
le attuali Sandy Bridge

 

Aspetto degno di nota è la retro-compatibilità con processori Sandy Bridge. Sarà infatti possibile utilizzare schede madri basate sui chipset della serie 7 abbinate a processori sia Ivy Bridge sia Sandy Bridge, senza nessuna eccezione. Sarà anche possibile impiegare processori Ivy Bridge su schede madri basate su chipset della serie 6, fatta eccezione per i modelli basati su chipset Q67, Q65 e B65.

Per quanto riguarda le schede madri basate su altri modelli di chipset della serie 6, ciascun produttore dovrà mettere a disposizione un aggiornamento del bios, in modo da poter implementare il codice Intel ME8L UEFI, che assicura la compatibilità. Il codice non è però ancora disponibile in versione definitiva. Sarà quindi necessario attendere l’arrivo sul mercato dei nuovi processori per verificarne l’effettiva compatibilità con le CPU Ivy Bridge.

 

Intel Ivy Bridge

I dettagli dell’aggiornamento relativo alla tecnologia Intel Smart Response (SRT) di Intel.

 

La tecnologia Intel Smart Response (SRT), infine, sarà ottimizzata e aggiornata. Per utilizzare SRT, oltre a disporre di un chipset compatibile, ci sarà bisogno anche di un processore compatibile.

Certo che, stando così le cose, per AMD si mette veramente male. Se Intel riesce infatti a mettere in commercio soluzioni più prestanti e nello stesso tempo più efficienti in termini di consumo energetico, per la casa di Sunnyvale si prospetta una 2012 tutto in salita.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

2 Commenti

  1. Ste

    Nm = Newton * metro
    nm = nanometro

    Ciao
    Ste

  2. wan

    Intel insider ? no grazie.

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati