Guerra dei brevetti: Apple ritira la denuncia a Motorola. Ora l’obiettivo è Google!

Gadget e Hi-Tech, Mobile     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

Ricordate la famosa causa intentata da Apple nei confronti di Motorola, all’indomani dell’acquisizione del produttore statunitense di telefonini da parte di Google? Stranamente, i legali dell’azienda di Cupertino hanno deciso di fare marcia indietro, chiedendone addirittura l’archiviazione.

Un mossa davvero strana quanto interessante quella decisa da Apple. I suoi legali, infatti, ritengono che Motorola non abbia più i titoli legali necessari per difendere le proprietà intellettuali a sua disposizione o di accampare diritti su di queste, in seguito all’acquisizione da parte di Mountain View.  In realtà, c’è da sottolineare che Motorola aveva in corso un denuncia, nei confronti della mela, per violazione di un numero consistente di brevetti. La decisione di Apple, di archiviare la faccenda, viene ora vista come frutto del timore che Google, invece di titolare dei brevetti Motorola, possa agire contro la casa di Cupertino.

 

Motorola Droid
Nella causa intentata da Apple nei confronti di Motorola, veniva contestata
la somoglianza dello smartphone Droid con l‘iPhone, nonché la violazione
di brevetti che riguardano l’interfaccia e il moulti-touch.

 

Nel nuovo documento, presentato in tribunale dai legali Apple, si legge: «Motorola, cedendo il controllo dei diritti relativi ai suoi brevetti, non può agire in giudizio per violazione dei suoi brevetti, procedere con le vertenze in corso, concedere in licenza le proprietà intellettuali, cedere i propri diritti sui suoi brevetti, sottoscrivere accordi extragiudiziari con chi ha violato i suoi brevetti, tutto questo senza il consenso di Google».

Secondo Apple, quindi, la proprietà legale dei 17mila brevetti sarebbe già passata nelle mani di Google, anche se la cessione deve ancora perfezionarsi ed ottenere il vaglio dell’antitrust. In conclusione, non è possibile proseguire la causa intentata da Apple a Motorola per la somiglianza fra l’iPhone e il Droid.

La cosa interessante è che, a leggere bene tra le righe di quanto sostenuto dai legali Apple, paradossalmente, Google potrebbe acconsentire a far proseguire Motorola nella causa.  Apple sembra voler tutelarsi da uno scontro con Google sostenendo con il motore di ricerca non abbia i titoli per rivendicare sui brevetti oggetti della contesa, potendo esercitare solo un veto sulle azioni che Motorola intende intraprendere.

 

 

La Guerra dei brevetti

In questo simpatico schema (clicca sull’immagine per ingrandire), è descritto l’uso
dei brevetti, sin dalla loro creazione, come mezzo per controllare e dominare
il mercato, impedendo ad altri soggetti di entrare nel proprio business.

 

La tesi di Apple è che le azioni legali debbano essere bloccate fino al perfezionamento dell’acquisizione di Motorola da parte di Google. In ballo ci sono denunce di Motorola per violazione, da parte di Cupertino, di 18 brevetti infranti da iPhone, iPad, iPod Touch e Mac. Da parte sua, Apple ha denunciato Motorola per la somiglianza fra lo smartphone Droid e l’iPhone e per la violazione di sei brevetti riguardanti la tecnologia multi-touch e l’interfaccia.

Ottenendo l’annullamento della causa, l’azienda di Cupertino verrebbe scagionata da qualsiasi accusa, vantaggio che fa pensare ad una strategia ampiamente studiata. Se la causa dovesse proseguire, inoltre, Google e gli altri concorrenti di Apple potrebbero chiedere un annullamento per difetto procedurale. Quello che è ormai certo è che la competizione tra produttori di smartphone si giocherà essenzialmente negli studi degli avvocati, prima, e nelle aule di tribunale dopo…

 

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati