Facebook ti segue ovunque e sempre, anche se ti sconnetti!

Tecnologie Web, Web e Business     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

«Il lupo perde il pelo ma non il vizio!». Come non avvalorare la tesi di questo famoso detto popolare. Quando si parla di privacy, soprattutto per la sua assoluta mancanza, la prima cosa che ti viene in mente è Facebook. Il primo nome che ti viene in mente è Mark Zuckerberg, quell’ometto molto ricco che fa contenta un sacco di gente ricca…

Sì, perché dobbiamo dircelo chiaro. La privacy degli altri non conta nulla soltanto quando riempie il nostro portafoglio. In quel caso, e solo in quel caso, si può allegramente dichiarare che rappresenta anzi un ostacolo al progresso.

Il social network, da anni al centro delle attenzioni per le continue e discutibili pratiche in termini di rispetto dei dati sensibili dei suoi utenti, è di nuovo sulla cresta dell’onda, per via di un articolo di Nik Cubrilovic, pubblicato sul suo blog.

 

Nik Cubrilovic

In un articolo pubblicato sul suo blog, Cubrilovic riassume l’analisi sulle attività di tracciamento
dei dati, giungendo a concludere che Facebook segue la navigazione degli utenti
anche dopo che questi eseguono il log-off.

 

Nell’articolo, Cubrilovic riassume la sua sapiente analisi sulle attività di tracciamento dei dati giungendo a concludere che Facebook segue la navigazione degli utenti anche dopo che questi eseguono il log-off (ossia quando ci si disconnette). I cookie del social network continuano a scambiare informazioni coi server, scrive Cubrilovic, interagendo con una quantità impressionante di blog e siti che si appoggiano a Facebook per coinvolgere attivamente gli utenti. In pratica, con i cosiddetti social widget, con cui gli utenti possono esprimere valutazioni o addirittura creare un collegamento sulla loro bacheca.

Non è la prima volta che Cubrilovic denuncia il social network per le attività di tracciamento della navigazione dei propri utenti. Facebook era finito anche al centro di una puntata di Report, la trasmissione di Rai 3 con Milena Gabanelli.

Cubrilovic sosteneva che Facebook fosse in grado di proseguire nel tracciamento della navigazione degli utenti anche trascorsi 30 giorni dall’ultimo log-off, sempre ricorrendo ai social widget (una cosa che mette i brividi). Il giornalista aveva anche tentato più volte di contattare la società statunitense, inutilmente. Quindi, la decisione di pubblicare i risultati della sua ricerca.

 

Mark Zuckerberg

Facebook non ha potuto far a meno di rispondere in via ufficiale alle accuse
di tracciamento, sostenendo che lo fa per il bene dei suoi utenti…

 

Dopo l’inevitabile polemica seguita alla pubblicazione del rapporto, Facebook non ha potuto far a meno di rispondere in via ufficiale alle accuse lanciate da Cubrilovic. Il social network ha ammesso di ricevere informazioni dai cookie, anche dopo che gli utenti si sono sconnessi dal loro profilo, ma assicura in maniera paternalistica, come ironicamente sostenuto da ZDNet.com, di farlo solo per il loro bene, impedendo l’identificazione degli utenti da parte di spammer e phisher e quant’altro.

Sorpresa delle sorprese, questa volta l’azione di Cubrilovic non è caduta nel dimenticatoio. Sempre nel suo blog, l’hacker giornalista ha reso noto che, successivamente alla pubblicazione del post, precisamente 48 ore dopo, in cui denunciava il misfatto, alcuni ingegneri hanno lavorato per far sì che i cookie incriminati siano distrutti nel momento in cui l’utente effettua il log-off. Facebook ha deciso quindi di addottare un profilo basso, almeno in questa circostanza.

Ciò nonostante, lo stesso Cubrilovic ricorda che non è il caso di abbassare la guardia. L’hacker starebbe studiando altri meccanismi, ancora più sofisticati, che il social network userebbe per conoscere gusti e preferenze dei suoi utenti, seguendoli pedissequamente durante la loro navigazione.

Navigatore avvisato, navigatore mezzo salvato!

 

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati