Emilia II, l’auto solare italiana, correrà 3000 km a emissioni zero

Auto, Ecologia e Risparmio Energetico, Gadget e Hi-Tech     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

Dall’Emilia all’Australia, Emilia II è pronta per il viaggio che la porterà nel deserto australiano dove dovrà percorrere 3.000 km senza nessuna emissione, grazie alla sua struttura in fibra di carbonio, kevlar e nomex, alimentata da 401 celle fotovoltaiche al silicio, capaci di convertire i raggi solari in energia elettrica sufficiente per farle compiere l’intero tragitto.
La monoposto solare sarà infatti impegnata nella più prestigiosa delle gare dedicate alle auto spinte dall’energia solare, la Veolia World Solar Challenge 2011, che si svolgerà nel mese di Ottobre.

 

Emilia II

Emilia II, la monoposto elettrica realizzata quasi interamente in fibra di carbonio,
nomex e kevlar che prenderà il via all’edizione 2011 del Veolia World Solar Challenge.

 

A presentare l’auto, nel Museo Ferrari di Maranello (Modena), è stato direttamente il presidente Luca Cordero di Montezemolo, alla presenza di Onda Solare, unico team italiano indipendente, con base a Castel S.Pietro Terme (Bologna), a partecipare alla competizione australiana. La squadra è composta di artigiani specializzati, ingegneri, imprenditori, studenti e docenti del Dipartimento di Ingegneria elettrica dell’Università di Bologna e dell’Ipsia Ferrari di Maranello, istituto superiore che da quasi vent’anni sviluppa prototipi a emissioni zero.

 

Emilia II

Il team di Onda Solare, progetto che ha messo insieme persone capaci ed appassionate,
dopo diversi anni di studio e prove, ha permesso di dare vita a questa auto elettrica.

 

«Costruisci un’auto che si alimenta con l’energia del sole, dimostra che può correre, guidala per le strade dell’Australia.» è l’invito per l’edizione 2011 del Veolia World Solar Challenge, che avrà luogo in Australia dal 16 al 21 ottobre, con partenza da Darwin e arrivo ad Adelaide,  coprendo la distanza di oltre 3.000 km di deserto australiano.

 

Percorso competizione

Il percorso della competizione, riservata alle auto ad emissione zero, avrà luogo
in Australia dal 16 al 21 ottobre, con partenza da Darwin e arrivo ad Adelaide,
coprendo la distanza di oltre 3.000 km.

 

All’evento  partecipano i team delle migliori università del mondo, che presentano le soluzioni più innovative sull’impiego delle energie alternative nel settore della mobilità. La partecipazione dell’Italia sarà garantita da Onda Solare, progetto che messo insieme persone capaci ed appassionate e che, dopo diversi anni di studio e prove, che hanno permesso di dare vita a questa auto elettrica realizzata quasi interamente in fibra di carbonio, nomex e kevlar, compreso il telaio.

 

Emilia II

Emilia II è alimentata da 6 mq di celle fotovoltaiche al silicio. Il progetto intende
dimostrare, anche in Italia, che ci si può muovere senza inquinare e rispettando l’ecosistema.

 

Il veicolo, dotato di straordinaria efficienza e le cui caratteristiche tecniche (meccanica, elettronica, aerodinamica ecc.) possono desumersi direttamente sul sito di Onda Solare, è alimentata da 6 mq di celle fotovoltaiche al silicio. Il progetto intende dimostrare, anche in Italia, che ci si può muovere senza inquinare e rispettando l’ecosistema.

In bocca al lupo e “sole in poppa” al team di Onda Solare.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati