Come ha dimostrato HP per prima, abbassando i prezzi si può competere con l’iPad

Gadget e Hi-Tech     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

La recente vicenda HP ha dato i suoi frutti. Si è capito infatti che, contrariamente a quanto sosteneva lo stesso produttore hardware, è possibile competere con l’iPad di Apple, a condizione, però, di fornire un buon prodotto con un prezzo molto basso.

HP ha venduto circa 400.000 TouchPad nei due giorni successi al taglio del prezzo, da 499 a 99 dollari, contro le sole 25.000 unità vendute da Bestbuy prima del 17 agosto, tanto che l’azienda ha deciso di continuare a produrre tablet per cercare di soddisfare l’enorme mole di richieste ricevute dall’improvviso abbassamento di prezzo.

 

HP TouchPad
La decisione di HP di abbassare a 99 dollari il prezzo del Playbook, in versione da 16GB,
e a 149 dollari quella da 32GB, ha fatto sì che in soli due giorni venissero vendute oltre
400 mila unità, mandando in tilt i server di Best Buy.

 

Gli analisti sono convinti che HP voglia in questo modo completare gli ordini con i propri fornitori, evitando loro di avere rimanenze ciascuno nei propri magazzini. Pare HP avesse effettuato ordini per circa 1 milione di pezzi, mentre ne ha ritirato già circa 800 mila. Proseguendo la produzione di TouhPad, Hp acquisirebbe i pezzi delle 200 mila unità rimanenti, espletando in tal modo gli obblighi verso i propri fornitori. Per come stanno andando le vendite, c’è da giurare che non rimarrà invenduto nemmeno un pezzo!

A seguire la strada di HP di ha pensato anche RIM (Research in Motion), tagliando il prezzo di del suo BlackBerry PlayBook di 50 dollari, per i modelli da 16GB e 32GB, e di 150 dollari per il modello da 64GB. Sostanzialmente, il playbook da 64GB costa ora 549 dollari, ossia 100 dollari in più del modello da 16GB.

 

RIM Playbook
Best Buy spera di ripetere con il PlayBook di RIM l’enorme successo che il ribasso
del TouchPad di HP ha provocato in soli due giorni. Ma i ribassi per il PlayBook non
finiscono qui. Staples prevede infatti di abbassarne il prezzo del 50% entro fine mese.

 

Questo potrebbe essere solo un ribasso iniziale. Pare che Staples abbia in programma, entro la fine di questo mese, un ulteriore sconto per il Playbook, riducendone il prezzo originario del 50%. Ciò significa che si potrà acquistare i modelli da 16GB e 32GB a 299 dollari, mentre il prezzo del modello da 64GB sarà di soli 349 dollari.

Anche ad Amazon è venuta la febbre da ribasso, la quale ha provocato la riduzione del prezzo del suo tablet Kindle a 250 dollari. Si tratta di un ribasso col trucco, dato che il tablet, con display da 7 pollici, integra una versione meno recente di Android. Per comprendere quale sarà la politica di Amazon, sarà pertanto necessario aspettare che venga rilasciata la versione da 10 pollici con l’ultima release di Android.

 

Amazon Kindle
Anche Amazon ha intrapreso la strada dei ribassi per il suo Kindle tablet,
anche se c’è il trucco: il Kindle, infatti, integra una versione meno recente
dell’OS Android. Vedremo che succederà con le nuove versioni.

 

È ormai chiaro che tutti gli altri produttori di tablet Android dovranno presto adeguarsi alla nuova tendenza: Samsung, HTC, Motorola ecc. In caso contrario, è lecito aspettarsi ripercussioni sulle vendite dei loro prodotti, giacché l’abbassamento dei prezzi decisi da HP e da RIM vede come concorrenti prima di tutto i dispositivi Android. Vedremo presto cosa il mercato dei tablet ci riserva. Di certo è che ci sono grandi cambiamenti in atto.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

2 Commenti

  1. MisterQ

    C’è da chiedersi se HP và almeno in pari vendendolo a 99 dollari cosa abbastanza improbabile e che si spiega solo con in fatto di dover comunque smaltire la componentistica ordinata e presumibilmente pagata rimettendoci il meno possibile.

    Resta il fatto che Apple continuerà a vendere il suo iPad a prezzo pieno con un ritmo doppio rispetto ai concorrenti che si faranno la guerra fra di loro a suon di ribassi per non trovarsi i magazzini pieni di inutili sottobicchieri come ha rischiato HP.

  2. johnny

    Non so se HP ci guadagni, con 99$, ma l\’esperienza mi porta a credere che sicuramente non ci rimette nulla.

    Lo scopo della mossa è chiaramente quello di esaurire le proprie scorte e dio completare gli ordini ai propri fornitori. A mio parere, però, HP ci sta ripensando alla grande, perché ha capito che un mercato alternativo dei tablet è possibile, ma non mantenendo prezzi così elevati.

    Se non è 99$ il prezzo di un TouchPad, sicuramente non lo è nemmeno 449. Il problema è che se metti in commercio un dispositivo a 200$, la gente è portata a credere che si tratti di un prodotto di dubbia qualità…

    La decisione di HP ha rivelato al mondo quale sia il vero valore di un tablet di questi livelli, ossia meno di 200$. Credo che i produttori Android debbano presto livellarsi su questo valore, cercando di non andare oltre i 300 con i modelli più spinti.

    Che vi siamo poi prodotti di fascia esclusiva, come il Galaxy Tab di Samsung o lo Xoom di Motorola, si tratta di una cosa fisiologica del mercato, anche se credo che questi prodotti debbamo avere un prezzo inferiore a quello del corrispondente modello iPad, indipendentemente dal fatto che possa essere anche migliori. Tutti gli altri devono abbassare la cresta, e anche rapidamente…

    Per quanto attiene ad Apple, invece, siamo nel campo del soggettivismo. Una giornalista USA, dopo un\’inchiesta seria, nella quale determino che il costo industriale di un paio di scarpe Nike fosse di poco superiore ai 5$, a fronte di un prezzo di 185$ nelle vetrine, chiese al responsabile delle vendite una giustificazione per l\’assurda percentuale di ricarico. Ottenne la seguente risposta: «Noi non vendiamo prodotti, ma idee…»

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati