Boot to Gecko di Mozilla sfiderà gli OS Mobile iOS, Android e Windows Phone

Mobile, Tecnologie Web, Web e Business     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

Mozilla vuole il suo sistema operativo mobile. Si chiamerà Boot to Gecko (B2G) ma, al momento, è un progetto sperimentale che si rivolge al settore degli smartphone e dei tablet. B2G può essere paragonato ad un Chrome OS in versione per cellulari. Mozilla ritiene infatti che le tecnologie aperte del Web (come HTML5) possano costituire un ecosistema valido e competitivo rispetto ai sistemi operativi chiusi o non propriamente aperti.

In effetti, pensando a Chrome OS, sono molti coloro i quali si sono chiesti come mai Mozilla, pur essendo impegnata a sviluppare la versione mobile del suo browser e degli altri applicativi creati dal suo team di sviluppo, non abbia tentato già da tempo di progettare un sistema operativo. Eppure, avendo a disposizione Android come punto di partenza, non le sarebbe stato difficile creare un proprio OS, magari semplicemente personalizzandone l’interfaccia e aggiungendo i proprio servizi (le propria App).

Ebbene, forte e convinta dello stile di vita che sembra preferire, e cioè lo “slow life”, dopo un periodo di ibernazione durato qualche anno, Mozilla si è ora svegliata e vuole fare il suo OS Mobile. Mi viene in mente il secondo paradosso di Zenone, quello che vede Achille “piè veloce” sempre in ritardo rispetto alla tartaruga, avendole concesso un passo di vantaggio. Il fatto, però, è che Achille è Google e la tartaruga è Mozilla, ma non mi pare che Google abbia concesso vantaggi alla fondazione Open Source.

Nella pagina Wiki di Mozilla si possono consultare tutti i dettagli del progetto, in fase sperimentale, di Boot To Gecko (B2G), il futuro OS Mobile della Community Open Source

Google è in enorme vantaggio, così come molto avanti sono gli altri OS esistenti: iOS e Windows Phone. Non si capisce come Mozilla possa recuperare il tempo perso e riuscire ad immettere sul mercato un sistema mobile in grado di competere con questi giganti. L’intento è apprezzabile, per carità. Avere a disposizione un sistema mobile open source, è una cosa positiva per tutti. Ma ci sono tante domande alle quali è veramente difficile dare una risposta ragionevole.

In primo luogo, c’è il fattore tempo. Il progetto di Mozilla richiederà probabilmente anni prima di vedere la luce. Inoltre, il team è già super impegnato a risolvere i tanti problemi di cui è afflitto Firefox, browser che sta perdendo lentamente smalto e utenti, con un’emorragia che non si fermerà almeno fino a quando Mozilla non rilascerà una versione convincente.

Poi c’è da considerare che un OS Mobile, di per sé, non ha molto senso. A parte qualche smanettone che può divertirsi a provare ad installarlo sul proprio dispositivo. Se non c’è un produttore hardware che sia disposto a investire su questo sistema, sarà difficile che possa prendere piede almeno fino a raggiungere una massa critica di utenti che ne permetta di continuare ad esistere…

Vedremo cosa succederà. Per adesso, contestualmente all’annuncio, Mozilla ha creato una repository su GitHub. Altri dettagli sono disponibili sulla pagina wiki del progetto.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Un commento

  1. Boot to Gecko di Mozilla sfiderà gli OS Mobile iOS, Android e Windows Phone | _INFORMARMI Titles Directory

    [...] http://www.pctuner.net/blogwp/2011/07/boot-to-gecko-di-mozilla-sfidera-gli-os-mobile-ios-android-e-w... [...]

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati