E-book: per Stallman, Amazon limita la privacy e i diritti degli utenti

Gadget e Hi-Tech, Tecnologie Web, Web e Business     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

Spesso il pericolo per la nostra privacy si nasconde dietro alcuni oggetti, apparentemente innocui, che lasciamo entrare nella nostra vita. Di ciò è convintissimo Richard Stallman, guru della Free Software Foundation, il quale da molti anni mette alla berlina l’evoluzione tecnologica riguardo ai rischi che questa prefigura per le libertà degli utenti e per la diffusione delle opere di ingegno.

Nel suo ultimo pamphlet, The Danger of E-books, Stallman sostiene che gli e-book possano limitare le libertà personali: «Le tecnologie che potrebbero migliorare la nostra esistenza vengono invece usate per renderci sempre più prigionieri e schiavi. Non dobbiamo comprare e-book fino a quando chi li produce e vende non rispetterà la nostra libertà… Non c’è alcun motivo perché i libri digitali possano attaccare la nostra libertà, ma questo succederà se le aziende lo decideranno. È nostro dovere fermarli».

Richard Stallman

A parere di Stallman: «Le tecnologie che potrebbero migliorare la nostra esistenza vengono invece usate per renderci sempre più prigionieri e schiavi»

 

Ciò che preoccupa maggiormente Stallman è la limitazione delle libertà che il formato digitale impone agli utenti, rispetto a quello cartaceo, questo non tanto dal formato, che in teoria dovrebbe garantire le stesse modalità di fruizione del libro tradizionale, quanto piuttosto dalle scelte degli editori, i quali cercano in tutti i modi di mantenere il controllo su ogni singola copia venduta.

I libri tradizionali possono essere comprati in contanti, in perfetto anonimato. Non è richiesta licenza da sottoscrivere,non ci sono formati proprietari, è possibile effettuare delle copie per uso personale, possiamo leggere il libro da qualsiasi parte senza l’ausilio di nessuna tecnologia.

Con un formato Kindle, invece, si è sottoposti ad una licenza di utilizzo, senza avere l’effettivo possesso del libro. Il prestito è soggetto a restrizioni, l’acquisto non è anonimo, il formato è segreto e strettamente connesso ad uno standard proprietario, legando l’utilizzo ad un software specifico e bloccando la copia da misure DRM. Come già successo, inoltre, Amazon può eseguirne la cancellazione direttamente dall’e-reader dell’utente.

Amazon Kindle

Il formato Kindle ci sottopone ad una licenza di utilizzo, senza avere l'effettivo possesso del libro. Il prestito è soggetto a restrizioni, l'acquisto non è anonimo, il formato è segreto e strettamente connesso ad uno standard proprietario, legando l'utilizzo ad un software specifico e bloccando la copia da misure DRM

 

Continuando, Stallman sostiene che: «Le aziende del settore e-book dicono di negare le libertà fondamentali degli utenti per garantire il giusto guadagno degli autori. Il sistema attuale di copyright fa un lavoro pessimo al riguardo; preservando maggiormente gli interessi dell’industria».

In conclusione, per Stallman l’E-book rappresenta «un passo indietro per le libertà degli utenti anche per uno solo dei motivi esposti». Per Occorre pertanto opporsi a queste scelte di editori e distributori, per impedire che tali pratiche si divengano definitivamente.

Di certo è che occorre trovare una soluzione che armonizzi gli interessi soprattutto degli autori, e non solo quelli dei produttori, senza che ciò avvenga negando i diritti più elementari delle persone, come la libertà di poter fare un acquisto senza essere necessariamente identificati, e senza alcuna limitazione del diritto di possesso su quanto abbiamo acquistato.

Recentemente, una soluzione al problema è stata proposta da Franco Bernabé di Telecom Italia, durante l’E-G8, il quale ritiene che si possano tassare gli Internet Service Provider per ricompensare gli autori in relazione alla loro popolarità.  Si tratta di una strada tutta da verificare, ma da qualche parte bisogna pur iniziare…

 

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Un commento

  1. http://vulgarcap3253.skyrock.com

    Howdy, i rad your blog occasionally and i own a similar one and i was just
    curious if you get a lot of spam remarks? If sso how do you stop it, any plugin or anytthing yoou can advise?

    I get so mucfh lately it’s driving me mad so anny assistance is
    very much appreciated.

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati