AMD tradita da SYSMark: con BAPCo è divorzio!

CPU, Gadget e Hi-Tech     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

Advanced Micro Devices considera inattendibili i risultati delle misurazioni del SYSMark 2012 e non intende più sostenere il famoso strumento di benchmarking del consorzio BAPCo (Business Applications Performance Corporation). A fare compagnia ad AMD, anche i chipmaker VIA Technologies e NVIDIA. La notizia è stata data in un comunicato ufficiale pubblicato sul sito del produttore di chip statunitense.

Come avevamo anticipato in un precedente post, è iniziata un dura guerra, senza esclusione di colpi, tra produttori di chip. In ballo c’è un mercato appetibile ed in continua espansione: quello dei device mobili, ossia il futuro dei chip.

SysMark 2012

L'edizione 2012 di SYSMark, a parere del CMO di AMD, favorirebbe gli altri chipmaker del Consorzio BAPCo, con a capo la rivale INTEL

Da quanto si può leggere nel Blog di Nigel Dessau, CMO di AMD, SYSmark 2012 sarebbe poco trasparente e affidabile. Il nuovo benchmark non prenderebbe in considerazione la combinazione CPU+GPU, ossia le reali prestazioni dell’architettura APU (Accelerated Processing Unit) di AMD.

Sempre secondo Dessau, i test BAPCo favorirebbero gli altri costruttori del consorzio, INTEL in primis, composto da giganti quali Dell, HP, Hitachi, Lenovo, Microsoft, Samsung, Seagate, Sony e Toshiba.

Nel futuro di AMD vi è anche la possibilità di mettersi in proprio, insieme agli altri contestatori, allo scopo di creare un nuovo consorzio e magari un benchmark “Open”, dalle caratteristiche più elastiche, che recepisca le tendenze del futuro e i reali carichi di lavoro di un sistema.

Per quanto ci riguarda, le lamentele di AMD si inquadrano in un contesto più esteso e dai contorni poco definiti: ciò che comunemente viene definito come «conflitto d’interesse», anche se in maniera impropria. Nella sostanza, ci chiediamo se gli utenti possano fidarsi delle valutazioni che arrivano da enti che, in definitiva, sono chiamati a valutare se stessi? Siamo continuamente sommersi da test e confronti organizzati al solo scopo di fare emergere le caratteristiche positive di questo o di quell’altro prodotto.

AMD APU

SYSMark 2012 non prenderebbe in considerazione, sempre secondo il parere di AMD, le reali prestazioni ottenute dalla fusione tra CPU e GPU nella nuova piattaforma APU del chipmaker statunitense

Ci chiediamo anche se esistano (o se si possano produrre) test che mettano in evidenza i lati negativi, magari con lo scopo di permettere ai produttori di migliorare i lori prodotti, concentrandosi nella soluzione delle problematiche evidenziate dai risultati poco lusinghieri. Da questo punto di vista, ci si chiede come mai nessuna tra le tante Facoltà di Ingegneria Informatica delle migliori Università del Mondo non abbia pensato di concentrarsi sulla realizzazione di un prodotto del genere…

AMD, così come NVIDIA e VIA, non sono certo immuni dalla tentazione di realizzare test che possano elogiare gli aspetti positivi dei propri prodotti. Tuttavia, l’idea di mettere a punto un benchmark “Open” è cosa che merita attenzione. Speriamo bene…

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati