Tablet Android: le vendite non decollano ed Apple se la gode!

Gadget e Hi-Tech     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

Nonostante le premesse fatte su Android, sistema che sta difatti monopolizzando il settore mobile, bisogna ammettere che, sul lato Tablet, le cose non stiano andando molto bene. Le vendite di questo tipo di dispositivi basati su Android Honeycomb sono molto distanti dai numeri raggiunti  dall’iPad, sia nella versione 1 sia nella 2, deludendo le aspettative iniziali.

Per gli addetti ai lavori, il problema risiede prevalentemente in una questione di cattiva gestione del marketing e della politica dei prezzi. Prendendo Apple come punto di riferimento, è abbastanza facile ammettere che nessun altro produttore sia capace di spacciare prodotti abbastanza normali come veri e propri capolavori di innovazione. Il carisma di Steve Jobs è di per sé sufficiente a trascinare una campagna marketing, trasformandola in un grande successo commerciale, e poter così mantenere prezzi elevati.

 

Apple iPad 2

L'interesse che Apple ha saputo costruire intorno all'iPad, oltre alla rete di vendita ben collaudata ed efficiente, hanno reso il tablet Apple un best-seller ancora prima che giungesse sul mercato...

Secondo il CEO di NVIDIA, il problema è di prezzo. Un’uscita inaspettata che ha provocato parecchio sconcerto, quella di Jen-Hsun Huang. La richiesta limitata di tablet Android, secondo quanto espresso da Huang al sito americano Cnet, è dovuta a diversi fattori tra i quali, ad esempio, la competenza nelle vendite al dettaglio e la gestione del marketing sul lato consumer. Fra i problemi c’è anche quello dei prezzi. Samsung, Motorola e altri produttori di tablet basati su Android, secondo il CEO, hanno posizionato i rispettivi dispositivi ad un livello di prezzo eccessivo, questo non a causa del costo del processore SoC Tegra 2 dual core prodotto da NVIDIA, come qualcuno riteniene.

La rete di vendita di Apple ha trasformato in best-seller l’iPad già dal suo primo lancio, soprattutto considerando un mercato all’ora praticamente ignoto. L’interesse creato attorno ai tablet Android Honeycomb, nonostante le specifiche di alto livello, tra le quali il chipset Tegra 2 di NVIDIA, non esce fuori dall’ambito dei patiti. Non riesce pertanto a ingenerare nel consumatore medio, normalmente avulso a questo genere di prodotto innovativo, il bisogno di acquistarlo per una semplice questione di status, in pratica per poter dire: «Ne possiedo uno».

 

Motorola Xoom Honeycomb

Il Motorola Xoom Honeycomb è un dispositivo di fascia alta, con una dotazione di livello altissimo. Il prezzo elevato (700 euro) unito al fatto che sia prevista una sola versione fanno sì che l'acquisto di questo tablet risulti innacessibile ai più!

Se alla mancanza di marketing aggiungiamo anche un prezzo elevato, del tutto ingiustificato, il risultato si traduce inevitabilmente in un minor numero di vendite. l’iPad costa tanto anch’esso, ma Apple può permettersi di mantenere il livello alto dei prezzi proprio grazie alla capacità dell’azienda di creare le condizioni necessarie. Inoltre, in quasi tutti i mercati l’iPad è disponibile sia in versione wi-fi sia wi-fi + 3G, con la possibilità di scegliere tra una gamma di disponibilità di memoria, riuscendo in tal modo a raggiungere più fasce di prezzo e quindi di mercato.

Ciò che è stato un punto forte dei dispositivi Android, almeno per quanto riguarda il mercato degli smartphone, sembra del tutto assente per quanto riguarda i tablet. Il Motorola XOOM, ad esempio, arriva in Italia nella sola versione Wi-Fi + 3G e 32GB di memoria. Il prezzo di 700 euro è elevato ed improponibile ad una fascia elevata di utenza che vorrebbe accedere ad una versione meno prestazionale ma con un prezzo più abbordabile. Tale problema non riguarda solo Motorola ma interessa anche gli altri produttori.

Vedremo nei prossimi mesi se le aziende recepiranno le critiche e se saranno capaci di riposizionare i propri dispositivi su fasce più accessibili.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

8 Commenti

  1. Piero

    Scusate ma gli altri tablet android li avete scordati? Asus Transformer, Acer Iconia Olivetti Olipad ecc… leggendo l’articolo sembra che esista solo lo Xoom…

  2. johnny

    @Piero: credo che l’intento del commento sia di sottolineare il fatto che i tablet Android non siano supportati da una politica di immagine tale da giustificare prezzi alti… Il discorso del CEO NVIDIA si incentra, naturalmente, sui modelli che montano il processo Tegra 2, cosa che vende tale azienda implicata in prima persona nel problema delle venidte: se non si vendono tablet, non si vendono processori…
    Per quanto riguarda l’Asus, ed è l’altro aspetto lamentato dal CEO, ho letto da qualche parte che hanno combinato casini con la rete di distribuzione. Pare che abbiamo venduto più di quanto disponevano, creando molte lamentele tra i clienti… Il prezzo dei tablet Asus e Acer è sicuramente azzeccato, però bisogna saper organizzare anche la distribuzione…

  3. Piero

    @johnny: Concordo sui problemi distributivi…. ma non certo in europa se vai in un qualunque centro commerciale li trovi a bizzeffe in USA ci sono molti problemi sull’Asus…

  4. johnny

    @Piero:
    Beh, non conosco la situazione se non per le poche cose che ho letto… Sicuramente sarà come ritieni tu. Certo è però che sul pianeta Android non c’è ancora una cura meticolosa di tutti i dettagli, cosa che ad Apple riesce invece benissimo… Questo svantaggia tutta una serie di prodotti potenzialmente anche migliori dell’iPad. Ad ogni modo, non so tu, ma personalmente ritengo che il prezzo dello Xoom, una bella macchina per carità, sia troppo elevato a prescindere dalla configurazione. Credo che in Italia si tratta di un prodotto che non avrà molto seguito, se non con le solite forme di nolegio-acquisto degli operatori telefonici…

  5. Vittorio d'Alessandro

    Ragazzi, mi è appena arrivato lo XOOM , altro che iPAD 2 !
    Velocità da pazzi, risposta immediata, consultabilità di TUTTI i siti perchè supporta la tecnologia Flash, aggiornamenti Honeycomb garantiti da Google, e con QuickOffice HD la produttività è garantita ad ottimi livelli, giochi HD a gogo, cos’altro volere? Il prezzo è altino ma se lo si compra in America….
    Il discorso è che non c’è storia a livello di pubblicità e marketing Apple è un mostro, spaccia per cose mostruose cose normalissime.
    Un applauso a Steve Jobs, senza di lui è facile prevedere che Apple morirà, opinione personale sia chiaro, staremo a vedere.

  6. matteo

    Vabbè io andrò controcorrente e sarò lapidato ma sinceramente secondo me l’iPad è ancora più di una spanna sopra come usabilità e sistema operativo.

  7. Piero

    @matteo: Sono sicuro che non hai mai provato un tab honeycomb… certo se poi alla navigazione full con flash integrato preferisci le app che scorreggiano o fanno rutti…

  8. Tablet Android: le vendite non decollano ed Apple se la gode! | ItaliaON

    [...] Nonostante le premesse fatte su Android, sistema che sta difatti monopolizzando il settore mobile, bisogna ammettere che, sul lato Tablet, le cose non stiano andando molto bene. Le vendite di questo tipo di dispositivi basati su Android Honeycomb sono molto distanti dai numeri raggiunti  dall’iPad, sia nella versione 1 sia nella 2, deludendo le aspettative [...]… Vai alla Fonte dell’Articolo [...]

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati