Google OS: arrivano i primi ChromeBook. La sfida a Windows è appena iniziata!

Gadget e Hi-Tech     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

Google ha finalmente svelato Chrome OS in via ufficiale. Con l’occasione sono stati presentati i primi modelli di netbook con a bordo il sistema operativo.

In un recente post avevo cercato di delineare un possibile scenario per il futuro dei sistemi operativi, partendo dall’annuncio di Windows 8, il nuovo sistema operativo Microsoft, e della lotta all’ultimo dispositivo con la rivale Apple.

In altro post, ho elencato alcuni dati  di una ricerca IDC sul calo delle vendite dei Pc, che sembrano confermare il possibile scenario da me tracciato. Nella sostanza, Chrome OS potrebbe giocare un ruolo di primo piano nel settore dei sistemi operativi, man mano che il settore consumer si sposterà sempre più su dispositivi piccoli e snelli, come i netbook e i tablet.

 

Immagine anteprima YouTube

 

Con Chrome OS, per ora disponibile solo per netbook, il browser è il sistema. Tutto avviene online, attraverso una connessione. Sapendo però quali sono i rischi di tale paradigma, quelli di Google hanno pensato bene di permettere all’utente di lavorare anche in modalità offline su applicazioni come Google Docs, Google Calendar e Gmail, dotando il sistema di un file manager per gestire dispositivi esterni. Inoltre Chrome Web app può gestire i file locali. Cliccando ad esempio su un file Pdf, si aprirà l’app Adobe Reader. Infine, seguendo il modello DropBox, grazie al legame con l’archivio online, file e dati sono continuamente aggiornati (sincronizzati) senza che l’utente debba scaricare alcunché.

L’OS di Google non ha nulla in comune con gli attuali sistemi ed è proprio questa la grande scommessa. Scegliendo Chrome OS, l’utente cede quasi totalmente il controllo sulle operazioni a procedure automatiche e decide di lavorare completamente online. Questo aspetto è il punto debole del nuovo sistema, poiché costringe Google a garantire la sicurezza dei dati degli utenti di Chrome OS nonché gli utenti a fidarsi…

 

Immagine anteprima YouTube

 

Dicevamo che con l’annuncio ufficiale, arrivano i primi modelli di netbook che supporteranno il nuovo sistema, e perciò denominati ChromeBook (un neologismo che, senza dubbi, farà sempre più parte della nostra vita d’ora in poi). Samsung e Acer sono i primi produttori ad aver annunciato la disponibilità di propri ChromeBook.

Secondo quanto dichiarato da Google, i modelli saranno disponibili dal 15 giugno in Gran Bretagna, Germania, Olanda, Spagna e Italia, anche se per ora non si conoscono i dettagli dei prezzi o sugli accordi stipulati per l’Italia. La pagina ufficiale indica solo che i netbook saranno disponibili su Pixmania.

Il modello Samsung, denominato Series 5 ChromeBook, è un  12,1 pollici con risoluzione di 1280×800 pixel (16:10). È spesso circa 2 centimetri e pesa 1,48 Kg. È dotato di processore Atom N570 dual-core, con frequenza di 1,66 GHz. Al suo interno troviamo 2 GB di RAM DDR3 e una scheda SSD mSATA da 16 GB. Supporta connessioni Wi-Fi mentre quelle 3G sono opzionali. Sono presenti 2 porte USB 2.0 e un lettore di schede 4-in-1.

Samsung Series 5

Il Samsung Series 5, uno dei due primi Chromebook, sarà disponibile in Italia a partire da metà Giugno 2011

Disponibile una porta Mini-VGA per il collegamento a schermi esterni mentre è assente la porta HDMI. In dotazione, infine, una webcam da 1 megapixel. Dal punto di vista dell’autonomia, la batteria dura fino a 8,5 ore, almeno secondo quanto riportato dal costruttore. In Italia, il prezzo della versione Wi-Fi+3G dovrebbe aggirarsi sui 450 euro, mentre quella con il supporto del solo Wi-fi intorno ai 400 euro.

L’Acer ChromeBook è invece un  11,6 pollici widescreen del peso di 1,34 kg. Anche il modello Acer è dotato di processore Atom dual-core N570 da 1,66 GHz e 2GB di RAM DDR3. Integra una webcam, 2 porte USB 2.0 e un lettore di schede 4-in-1. Questo netbook è dotato anche una porta HDMI.

Acer Chromebook

L'Acer Chromebook, altro dei due primi netbook che supportano il sistema Google OS, è atteso anch'esso in Italia per metà Giugno 2011

Sono previste due versioni, una con il solo supporto Wi-Fi e l’altra con l’ulteriore supporto a connessioni 3G. L’autonomia dichiarata è di 6 ore. Il prezzo, non ancora disponibile per l’Italia, dovrebbe aggirarsi intorno ai 350 dollari per la versione base.

Google permetterà il noleggio dei Chromebook ad aziende, scuole e agenzie governative statunitensi, con lotto minimo di 10 pezzi, per un costo mensile di 28 dollari al mese per gli utenti business e 20 dollari per studenti e impiegati del settore pubblico. Il contratto, della durata di 3 anni, include 100 MB di traffico dati scegliendo la versione 3G di ChromeBook.

Per quanto riguarda l’Italia, secondo quanto comunicato da Google, i Chromebook saranno disponibili al noleggio al costo di 21 euro al mese (per dispositivo) per le aziende e di 15 euro per le scuole. I modelli 3G includeranno una SIM con 3 GB di traffico, forniti da 3 Italia per i primi 30 giorni. Il traffico costerà 5 euro al mese per i mesi successivi.

Google esclude attualmente la creazione di un tablet Pc basato su Chrome OS. Con la crescita di questo mercato, confortata dai numeri, c’è però da scommettere che un «Chrometablet» non tarderà ad affacciarsi sugli scaffali dei negozi high-tech.

La sfida è appena iniziata!

 

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Un commento

  1. Distributore Informatico | INFORMATICA SAN MARINO

    [...] Google OS: arrivano i primi ChromeBook. La sfida a Windows è appena iniziata! Pubblicato in 360 giochi, accessori computer, accessori informatica, accessori per xbox 360 [...]

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati