Assistenza Pc: se il tecnico fa il furbetto!

Web e Business     Autore: Thomas Zaffino Aggiungi un commento

Altroconsumo, l’associazione di consumatori, ha recentemente condotto e pubblicato un’inchiesta tesa a rilevare la trasparenza di comportamento da parte dei centri di assistenza per la riparazione dei Pc, diffondendo, tra l’altro, anche un video che si può visionare su Youtube. I dati, che dimostrerebbe una condotta spesso poco limpida, hanno innescato una polemica difficilmente placabile.

Alcuni rappresentanti di Altroconsumo, muniti di telecamera nascosta alla maniera delle Iene, hanno portato un notebook in assistenza, presso alcuni centri di Milano e Roma, un netbook, chiedendone il controllo e l’eventuale riparazione del guasto procurato ad arte scollegando un banco di memoria RAM dallo slot in cui era alloggiato. Lo scopo di tale espediente era di misurare l’onestà dei centri di assistenza, per verificare se gli utenti potessero fidarsi degli interventi riportati in fattura.

 

VIDEO ALTROCONSUMO

La scheda di memoria RAM del netbook è stata tolta ad arte dall'alloggiamento per verificare l'onestà dei centri di assistenza

 

Per quanto riguarda i centri di Roma i dati pare siano confortanti. Nella capitale, infatti, il problema è stato riconosciuto dalla maggior parte degli esercizi, con richieste mediamente inferiori a 15 euro. In un caso, non è stato nemmeno richiesto il pagamento della prestazione per l’intervento di pochi minuti.

Uno centro romano ha chiesto ben 396 euro, per un intervento che ha richiesto 17 giorni.  A Milano, invece, la media si è attesta intorno a 20 euro. in un caso si è aspettato 26 giorni prima di riavere il netbook, con un esborso di 340 euro. Il guasto sarebbe stato individuato nella scheda madre, con necessaria sostituzione. Da alcuni indizi, come la data del firmware dei chip della scheda, Altroconsumo sospetta persino che la sostituzione potrebbe non essere avvenuta.

 

Altroconsumo, l’associazione di consumatori, ha recentemente condotto e pubblicato un’inchiesta tesa a rilevare la trasparenza di comportamento da parte dei centri di assistenza per la riparazione dei Pc, diffondendo, tra l’altro, anche un video che si può visionare su Youtube. I dati, che dimostrerebbe una condotta spesso poco limpida, hanno innescato una polemica difficilmente placabile.

Alcuni rappresentanti di Altroconsumo, muniti di telecamera nascosta alla maniera delle Iene, hanno portato un notebook in assistenza, presso alcuni centri di Milano e Roma, un netbook, chiedendone il controllo e l’eventuale riparazione del guasto procurato ad arte scollegando un banco di memoria RAM dallo slot in cui era alloggiato. Lo scopo di tale espediente era di misurare l’onestà dei centri di assistenza, per verificare se gli utenti potessero fidarsi degli interventi riportati in fattura.

 

INTERVENTO DI ASSISTENZA

Alla richiesta di motivazione delle spese accollate in fattura, l'adetto di un centro risponde elencando una serie di problematiche evidentemente pretestuose, dato che il problema era ben noto...

 

La risposta dei centri coinvolti non si è fatta aspettare. La tesi, poco creativa: «Sebbene esistano disonesti, i dati dell’indagine dimostrano che la maggioranza si comporta in maniera onesta e professionale.» Qualcuno ha parlato anche di comportamento scorretto da parte di Altroconsumo, in quanto il video porta ha pensare che tutti i comportamenti disonesti siano avvenuti tutti nello stesso centro, mentre così non è. Inoltre, c’è da considerare l’eventualità che qualcuno abbia veramente commesso un errore.

 

Altroconsumo, l’associazione di consumatori, ha recentemente condotto e pubblicato un’inchiesta tesa a rilevare la trasparenza di comportamento da parte dei centri di assistenza per la riparazione dei Pc, diffondendo, tra l’altro, anche un video che si può visionare su Youtube. I dati, che dimostrerebbe una condotta spesso poco limpida, hanno innescato una polemica difficilmente placabile.

Alcuni rappresentanti di Altroconsumo, muniti di telecamera nascosta alla maniera delle Iene, hanno portato un notebook in assistenza, presso alcuni centri di Milano e Roma, un netbook, chiedendone il controllo e l’eventuale riparazione del guasto procurato ad arte scollegando un banco di memoria RAM dallo slot in cui era alloggiato. Lo scopo di tale espediente era di misurare l’onestà dei centri di assistenza, per verificare se gli utenti potessero fidarsi degli interventi riportati in fattura.

 

ALTRO INTERVENTO DI ASSISTENZA

Nel centro di Milano, visibile in questa immagine, è stata accollata la sostituzione della scheda madre, indicando al potenziale cliente anche dati sbagliati sul periodo di garanzia.

 

Il quadro che ne emerge, a mio parere, è che ci troviamo di fronte la solita Italietta, quella che possiamo osservare ogni giorno nei servizi di Striscia la notizia o negli appuntamenti settimanali delle Iene. Spesso gli utenti vengono considerati come semplici polli da spennare. Ciò che se ne ricava è che non ci si può fidare più di tanto e che, spesso, è meglio non rivolgersi a sconosciuti se non si vuol rischiare il salasso.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

3 Commenti

  1. Z chat gratis blog » Blog Archive » Assistenza Pc: se il tecnico fa il furbetto! – PcTuner.net

    [...] Original post by Scienza e tecnologia – Google News [...]

  2. Distributore Informatico | INFORMATICA SAN MARINO

    [...] this link: Assistenza Pc: se il tecnico fa il furbetto! Pubblicato in 360 giochi, accessori computer, accessori informatica, accessori per xbox 360 [...]

  3. Assistenza Pc: se il tecnico fa il furbetto! | ItaliaON

    [...] Altroconsumo, l’associazione di consumatori, ha recentemente condotto e pubblicato un’inchiesta tesa a rilevare la trasparenza di comportamento da parte dei centri di assistenza per la riparazione dei Pc, diffondendo, tra l’altro, anche un video che si può visionare su Youtube. I dati, che dimostrerebbe una condotta spesso poco limpida, hanno innescato una polemica difficilmente placabile. [...]… Vai alla Fonte dell’Articolo [...]

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati