Un cellulare per scambiarsi baci e carezze: è vero progresso?

Gadget e Hi-Tech     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

All’inizio era un semplice telefono, uguale a quelli di casa, solo portatile. Poi si è evoluto sempre di più accostandosi più a un PC di qualche anno fa per potenzialità e dotazione hardware. Ma si sa, gli esseri umani non sono mai contenti e cercano sempre di evolvere e migliorare i propri manufatti, arricchendoli di funzioni. Si sta già pensando infatti alla possibilità di sviluppare in futuro dispositivi dotati di schermi 3D, ma oggi scopriamo che ancora non basta: la nuova frontiera a cui insospettabilmente stanno lavorando i più grandi produttori di cellulari e i maggiori provider, è sviluppare un dispositivo che possa trasmettere emozioni e sensazioni tattili. Ma è davvero così indispensabile?

Sembra di vedere un film di David Cronenberg, con la tecnologia che si fa organica, che ci avvolge, che si fa protesi entrando nel nostro corpo. Non uno spettacolo bellissimo in verità. Eppure tutto ciò potrebbe non rimanere in un film di fantascienza ma divenire presto realtà e non ci stanno lavorando nemmeno oscuri e un po’ nerd di qualche sperduta università minore del mondo. No, ci sta lavorando la professoressa Gesche Joost e il suo studente Fabian Hemmert, del laboratorio di ricerca T-Labs di Deutsche Telekom insieme a grandi aziende dell’alta tecnologia e ai maggiori produttori cellulari.

Il cellulare per scambiarsi effusioni dovrebbe funzionare grazie a schermi flessibili, capaci di adattare la loro forma secondo i segnali che ricevono, e grazie a una mini-pompetta umidificante e a materiali spugnosi, il telefonino potrà trasmettere un bacio dato a distanza, che potrà essere sentito con le labbra poggiate sullo schermo, a seconda di quello che la persona all’altra estremità della linea darà sullo schermo del suo analogo telefonino del futuro per trasmetterlo alla persona amata.

Insomma a quanto pare il prossimo step evolutivo dei cellulari li poterà dall’attuale gadget-feticcio a surrogato virtuale di sensazioni ed emozioni. Ma siamo sicuri che baciare uno schermo, per quanto spugnoso e umido, sarà sufficiente a darci la sensazione delle labbra di chi amiamo?

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

2 Commenti

  1. Stefano

    Che tristezza infinita…

  2. In arrivo lo smartphone sensoriale per scambiare baci e carezze? :: VIP

    [...] PCTURNER.NET Categories : curiosità, società, tecnologia, ultime [...]

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati