Sarà a conduzione statale la nuova società per l’NGN italiana

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

L’accordo era arrivato già prima di Natale e, seppur parziale, era da considerarsi già un grande passo in un Paese dove non accordarsi per cavilli e interessi personalistici è la regola. Invece, a novembre i provider italiani, tutti nessuno escluso, si erano accordati per formare una società che dovrà rinnovare la rete italiana, per non restare indietro e perdere la sfida tecnologica con l’Europa e il resto del mondo, che già oggi ci vede indietro. Di oggi la notizia che questa società sarà a guida statale, ma solo per dieci anni al massimo.

Come sempre in zona Cesarini: il Memorandum of Understanding sottoscritto l’undici novembre dal Ministro Romani e da tutti gli operatori, oltre a porre le basi per la condivisione delle infrastrutture passive per la nuova rete, si dava tre mesi per la costituzione di una società veicolo per la realizzazione delle infrastrutture passive ed era scaduto proprio da qualche giorno e pareva non preannunciare nulla di buono, facendoci prefigurare che, all’accordo faticoso trovato a novembre, fossero seguite le solite divisioni all’italiana. Invece no, arriva la notizia che il piano per portare avanti la newco per la NGN si sta concretizzando attorno all’idea di una società a guida pubblica. Proprio oggi infatti è arrivato il via libera del Tesoro: Il modello scelto è quello dello “Stato imprenditore a tempo”: si pensa cioè a una presenza pubblica nella società di massimo dieci anni, per poi lasciare entrare il mercato. Deputata a mantenerne il controllo pubblico sarà la Cassa depositi e prestiti (CDP) in qualità di primo azionista, anche se resta ancora da stabilire la quota di partecipazione esatta.

Ricordiamo che il progetto, del valore di 8,3 miliardi, punta a raggiungere il 50 % del territorio italiano con la fibra entro il 2020, così come voluto dall’agenda digitale del Commissario Europeo Kroes. Vedremo se, per una volta, in Italia riusciamo a non fare le cose all’italiana.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Un commento

  1. gigi

    per l’ennesima volta si socializzeranno le perdite (costo dell’operazione a carico della comunità) e si privatizzeranno i profitti (soldi che finiranno in tasca agli operatori dopo la privatizzazione..)

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati