Copyright: Senato contro AGCOM

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Temi caldi, anzi caldissimi, quelli riguardanti la regolamentazione del diritto d’autore, che stanno venendo discussi ormai in quasi tutte le nazioni, con esiti alterni e non sempre chiari; in ogni caso era ovvio che, prima o poi, tali temi giungessero anche da noi. In queste ore infatti arriva una notizia dal nostro Senato: la richiesta, rivolta all’AGCOM, il garante delle comunicazioni, di sospendere qualsiasi iniziativa volta al contrasto della pirateria online, in attesa di una discussione su un nuovo disegno di legge organico sull’argomento.

Con un’interpellanza urgente firmata da 45 deputati di entrambi gli schieramenti, si è chiesto all’AGCOM di sospendere ogni iniziativa relativa al contrasto alla pirateria online in attesa dell’approvazione di una organica riforma del diritto d’autore.

“La normativa vigente è obsoleta e non si concilia con le nuove esigenze poste dalla Rete. I provvedimenti ai quali sta lavorando l’AGCOM non sono perciò in linea con l’evoluzione tecnologica e rischiano di minare la libertà di comunicazione ed espressione del pensiero affidando ad un ente amministrativo la possibilità di oscurare interi siti Web” ha dichiarato il deputato Roberto Cassinelli, promotore dell’interpellanza, che ha continuato: “In Parlamento giacciono diverse proposte di modifica alla disciplina del diritto d’autore: esaminiamole ed aggiorniamo la materia. Poi valuteremo quali strumenti introdurre a protezione del copyright: l’interpellanza punta l’indice verso i “lineamenti di provvedimento” sui quali l’AGCOM ha aperto una consultazione con la delibera n. 668/10/CONS: sono ipotizzate modalità di contrasto alla pirateria che consentirebbero all’AGCOM di oscurare i siti Web allocati su server stranieri, senza alcun provvedimento dell’autorità giudiziaria. Si tratterebbe di affidare all’arbitrio di una autorità amministrativa una decisione che va ad incidere su diritti costituzionalmente garantiti come la libertà di comunicazione e di espressione del pensiero”.

Effettivamente di questa possibilità da parte dell’AGCOM ne avevamo parlato a fine gennaio con preoccupazione, quindi un provvedimento del genere ci fa molto piacere, soprattutto se bipartizan, perché dimostra che la sensibilità verso i diritti civili e democratici può essere trasversali agli schieramenti politici e all’essere proni ad interessi economici forti.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

2 Commenti

  1. Copyright: Senato contro AGCOM | _INFORMARMI Titles DirectoryINFORMARMI Titles Directory

    [...] http://www.pctuner.net/blogwp/2011/02/copyright-senato-contro-agcom/ [...]

  2. Review of AskNow

    The changes you need to make place you on a route to higher balance.
    Insights and ideas may pop up as we stray from our normal routines.
    The numbers are lucky, but only when playing Sudoku.

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati