Internet: digital divide anche tra diversi gruppi etnici

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

La storia dell’uso e dell’accessibilità di Internet all’interno delle culture e delle società umane è inestricabilmente connessa al suo legame profondo con le strutture commerciali e quindi con i costi di utilizzo; è impossibile pensare infatti Internet come qualcosa di totalmente libero e differente dal mondo reale, in quanto, anche se spesso con modalità diverse, molti degli aspetti della nostra società e della nostra economia, si rispecchiano in questo strumento. Recentemente ad esempio molte ricerche sui costumi d’uso delle varie etnie ha rivelato che non esiste solo un digital divide generale tra chi ha i soldi e quindi la possibilità di accesso ai servizi Web e chi no, ma che questo è declinato diversamente per ogni gruppo etnico.

Secondo un recente studio dell’Istituto Pew Research neri, ispanici e bianchi accedono in maniera differente, negli USA, ad Internet: rispettivamente infatti il 46 e il 51 % di neri e ispanici utilizzano principalmente il cellulare per accedere a Internet contro il 33 % dei bianchi; quasi la metà usa il telefonino per inviare mail e circa un terzo per frequentare i social network (mentre solo il 19 % dei bianchi accede a Facebook in questo modo). Questo accade perché l’accesso fisso domestico alla banda larga viene considerato dai membri delle minoranze etniche, secondo uno studio del 2009 della National Telecommunications and Information Administration, “troppo costoso”, anche se, per quanto riguarda la comunità nera, il possesso di un portatile è salito dal 34 % del 2009 al 51 % dello scorso anno, sempre secondo i dati di Pew. Ma anche se il divario con gli altri americani in termini di accesso alla Rete si va riducendo, permangono molte differenze nel modalità di interazione con la Rete, influenzate proprio dalle diverse modalità di navigazione. Navigando col cellulare infatti le opzioni sono ovviamente più limitate per certi versi rispetto a quelle offerte da un PC, soprattutto per quanto riguarda gli ambiti professionali e lavorativi (immaginate redigere un form o un curriculum su un cellulare). L’accesso in mobilità quindi, sostengono molti ricercatori, serve soprattutto per divertimento e svago, mentre si presta meno ad usi più professionali.

Il rischio quindi è che chi naviga col cellulare sia più un mero fruitore passivo di contenuti, piuttosto che un attivo creatore di essi.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

3 Commenti

  1. Sabina

    Si entiendes inglés además tienen una version en este idioma que logra los libros de Amazon® E.U..

  2. james harden shoes 2012

    This has become an industry that sees millions of dollars
    being spent on these on a yearly basis; this can many times be one of
    the more important aspects that need to be addressed when it comes to getting
    the best of the best in the way of results. What’s all this flap about foreign made replica shoes.
    These shoe is very safe for wearer and make them run more quickly.

  3. deck plans home depot

    No matter what the project you want to construct,
    you can find a wide selection of designs for every skill level.
    You can work strictly from home over the phone or Internet, or you can visit
    businesses in person. It is possible to find the right project for you
    and everything you need to build it with My – Shed – Plans.

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati