Google-Antitrust: incidente chiuso ma servono nuove leggi sul copyright

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Con la chiusura ufficiale dell’istruttoria si conclude la vicenda che ha visto l’Antitrust italiana contrapposta a BigG, accusato di possibile posizione dominante. Il Garante ha accettato le condizioni proposte da Google ed atte a migliorare la situazione, considerandole però vincolanti, ossia se non saranno messe in atto così come proposte il problema sarà considerato non risolto e la macchina legale ripartirà. In ogni caso il Garante ha fatto presente che un’indagine dell’antitrust non è più sufficiente nei nuovi scenari posti da Internet e che è quindi necessario un ripensamento generale della legislatura italiana in materia di copyright, così da adeguarla ai cambiamenti introdotti da un media come Internet. In pratica quello che noi sosteniamo da oltre un anno.

Sostanzialmente l’accordo è basato sulla promessa di Google di garantire maggior controllo sui contenuti del servizio Google News da parte degli editori e misure di trasparenza e verificabilità delle condizioni economiche applicate agli inserzionisti per quanto riguarda i propri strumenti AdSense e AdWords. Google si è impegnata infatti ad assicurare il mantenimento di un software separato per Google News che darà quindi agli editori la possibilità di decidere quali contenuti rendere utilizzabili su Google News, scegliendo se consentire o meno l’accesso ai propri siti da parte di Google News, di escludere selettivamente specifici articoli o immagini e decidendo anche se far apparire solo i titoli degli articoli o anche estratti dal testo degli stessi, insomma un controllo molto più fine. Per quanto riguarda invece la propria piattaforma di advertising sarà consentito agli editori di conoscere la ripartizione dei ricavi derivanti dalla vendita degli spazi pubblicitari e le condizioni economiche a cui si collabora con Google, compreso il numero totale di click su una singola inserzione.

Tanto basta per risolvere la questione immanente, ma all’Antitrust si sono resi conto che il problema è più ampio ed hanno quindi provveduto a inviare a Parlamento e Governo una segnalazione per chiedere una revisione della normativa in materia di diritto d’autore, adeguandola alle innovazioni tecnologiche ed economiche del Web. Il Garante infatti si è accorto di quanto noi affermiamo da oltre un anno e cioè che ormai sarebbe necessaria una nuova normativa nazionale organica e adeguata ai tempi, in grado di “definire un sistema di diritti di proprietà intellettuale in grado di incoraggiare forme di cooperazione virtuosa tra i titolari di diritti di esclusiva sui contenuti editoriali e i fornitori di servizi innovativi” si legge nella riflessione dell’Antitrust, che continua: “Pur potendo percepire i ricavi della raccolta pubblicitaria realizzata sulle pagine dei propri siti Web gli editori non sono messi nelle condizioni di condividere il valore ulteriore generato su Internet dalla propria attività di produzione di informazione, nonostante questa rappresenti uno dei servizi di maggior interesse per gli utenti di Internet e, dunque, un elemento portante del Web.” L’Antitrust inoltre rileva correttamente la dimensione internazionale del problema ed ha quindi premuto affinché le istituzioni promuovano un dibattito in quest’ottica anche presso le opportune sedi internazionali. Speriamo solo che dal dibattito emergano le posizioni più democratiche e progressiste e che non vincano invece semplicemente i biechi interessi economici delle major.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati