IGF Italia 2010: si discute del futuro di Internet

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Si concludono oggi a Roma, presso il CNR, i lavori dell’annuale appuntamento dell’IGF (Internet Governance Forum), convegno che, al pari degli omologhi appuntamenti globali delle Nazioni Unite, ha come obiettivo quello di riunire e mettere a confronto tutti gli attori nazionali interessati (governi, aziende, ricerca e comunità tecniche, società civile) per favorire il dialogo e, laddove possibile, condividere posizioni comuni in merito allo sviluppo di Internet.

Le due giornate romane sono state organizzate dall’IIT-CNR insieme alla Provincia di Roma, il centro Nexa del Politecnico di Torino e la Internet Society Italia, tra gli ospiti il presidente del CNR Luciano Maiani, il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti, il Professore Emerito di Diritto civile della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università “La Sapienza” di Roma Stefano Rodotà, il linguista Tullio de Mauro e i parlamentari relatori di proposte di legge. Tra i temi dibattuti, il divario culturale e digitale: “Lo sviluppo di Internet, oltre che dalle infrastrutture per la connettività, è determinato dalle competenze e dalla cultura degli utenti della Rete”, ha spiegato infatti Domenico Laforenza, direttore dell’Istituto di informatica e telematica (IIT) del CNR di Pisa. “Nel nostro Paese, accanto al divario digitale – i circa 11 milioni di utenti connessi in banda larga posizionano il nostro Paese solo al tredicesimo posto in Europa – ne esiste anche uno culturale, altrettanto penalizzante” che ha poi continuato: “Il futuro della Rete coincide in misura crescente con il futuro delle nostre società. Gli scambi economici, le interazioni sociali e, soprattutto, la qualità della democrazia e i diritti della cittadinanza di domani si svolgono infatti sempre più anche attraverso Internet. Occuparsene è quindi una necessità che riguarda tutti noi, innanzitutto come cittadini, e tutti dobbiamo avere l’opportunità di esprimere le nostre opinioni in merito”.

Parole su cui indubbiamente varrebbe la pena riflettere in questo momento storico e in questo Paese.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati