Anche alcuni artisti contro il copyright

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Le leggi sul diritto d’autore, vecchie e rigide, ormai non solo non soddisfano più il trattamento della materia nell’era digitale ma non soddisfano nemmeno le esigenze degli artisti. Certo, la stragrande maggioranza resta ancora prona al proprio datore di lavoro ancorchè sfruttatore, ossia le major, ma alcuni altri più illuminati o forse con meno da perdere essendo più di nicchia hanno iniziato già da qualche anno a farsi sentire; è il caso dei Radiohead che hanno distribuito il loro ultimo lavoro su Internet o di Trent Reznor e dei suoi Nine Inch Nails che l’avevano fatto via torrent ed ora tocca al DJ Girl Talk.

Greg Gillis, la secolo Girl Talk col copyright ha un doppio problema, non solo in quanto ha deciso di bypassare le major per la distribuzione della propria opera, ma anche perché è un DJ che fa del remix e del mashup di pezzi altrui la sua forma d’arte principale, forma d’arte ovviamente non riconosciutagli dalle leggi attuali, in quanto infrange il diritto d’autore per creare i propri remix.

Da parte sua Girl Talk, come aveva ampiamente spiegato in RiP!: a Remix Manifesto, il documentario open source del regista Brett Gaylor, sostiene che la legge sul copyright sia un’arma per soffocare la creatività degli artisti e continua a chiedere l’istituzione di leggi che possano difendere la sua arte. Postando l’album in versione free download sul sito dell’etichetta discografica, Girl Talk è riuscito infatti a raggiungere i propri sostenitori velocemente e a costi ridotti, risultato che lo ha spinto a considerare il suo ultimo lavoro come la manifestazione più evoluta della sua estetica.

Ora il New York Times parla giustamente del disco come di “una causa legale pronta a esplodere” il che è indubbiamente vero all’interno del sistema legal/distributivo attualmente in vigore, ma ci sarebbe da chiedersi chi ha stabilito per legge che questo sia “il migliore dei mondi possibili”, imponendo con la forza della legge un intero sistema economico ormai anacronistico.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati