l’ICT torna a crescere in Italia

Gadget e Hi-Tech     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

A sostenerlo è l’Assinform, l’associazione nazionale delle aziende di servizi di informatica e telematica, che rappresenta l”industria della produzione del software, dell’ingegneria e di tutto quanto legato in qualche modo alle nuove tecnologie. Sembrerebbe infatti che gli investimenti per il settore stiano tornando e le imprese, favorite dalla ripresa economica, ci stiano credendo, facendo ricominciare a girare la macchina.

I risultati emergono da una nota che anticipa i risultati dell’indagine congiunturale relativa al primo trimestre di quest’anno e che verrà poi illustrata pubblicamente il prossimo 24 maggio a Milano; in essa a quanto apre si sottolinea la fase positiva attraversata dal settore IT in questi ultimi mesi. Il primo semestre di quest’anno infatti sta dando dei timidi segnali di ripresa, nonostante l’aria di crisi economica incombente(soprattutto dopo i recenti fatti greci), e questo clima benevolo ha permesso anche al settore dell’IT, che con la congiuntura economica negativa aveva vissuto un periodo di crisi profonda, di tirare un sospiro di sollievo.

L’indagine è stata effettuata su un campione rappresentativo di imprese associate, che sono state interpellate sull’andamento dei budget delle imprese clienti, dal manifatturiero ai servizi, evidenziando come la prospettiva di poter vedere tempi migliori abbia spinto gli investimenti a salire e, a marzo, il 55 % delle medie imprese italiane stava programmando di farne di nuovi per lo sviluppo di progetti informatici.

“Rispetto al 2009, quando registravamo budget IT in peggioramento per oltre il 70 % delle aziende clienti, tanto da far chiudere a fine anno i conti al nostro settore con un pesante – 8,1 %, ci troviamo in una prospettiva completamente ribaltata”, ha commentato il presidente di Assinform Paolo Angelucci, che ha poi continuato: “Ci auguriamo che il Governo e le istituzioni non sottovalutino i segnali che arrivano dall’economia reale e intervengano con azioni strategiche per l’innovazione”.

Certo, come si suol dire, una rondine non fa primavera, specialmente se all’orizzonte si stanno profilando oscure nubi di tempesta (economica): bisognerà quindi sperare che il Governo intervenga attivamente per dare sostegno al settore, perché sono proprio le crisi più nere a formare il terreno più fertile per la ripresa economica, ma bisogna avere il coraggio di tagliare il superfluo e coltivare in prospettiva, altrimenti questi entusiasmi di timido rilancio del settore sono destinati a svanire assai presto.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati