Google ed Adobe vs Apple, Flash Player della discordia

Gadget e Hi-Tech, Web e Business     Autore: Redazione Aggiungi un commento

Pochi giorni fa Apple ha affermato che il supporto al Flash Player non è vitale per i propri dispositivi e che HTML5 è uno standard superiore, ieri è arrivata una sorta di rivincita da parte di Adobe, che ha siglato una partnership con Google per integrare Flash nel browser Chrome.

flash

Per Apple si tratta di una tecnologia obsoleta, per Google è qualcosa su cui puntare per assicurare maggiore fruibilità ai propri utenti, alquanto controverse le opinioni dei due big sul Flash Player di Adobe.

Sul blog ufficiale di Chromium, Google ha spiegato che integrare il Flash Player nel browser comporta diversi vantaggi: il browser arriva all’utente già pronto all’uso, senza che questi debba installare alcun plug-in extra per guardare i video su YouTube o per visualizzare tutti i siti che utilizzano Flash.
Per questo motivo gli aggiornamenti di Flash figureranno negli aggiornamenti automatici di tutto il sistema Chrome, dunque si potrà essere certi di avere sempre l’ultima versione installata, infine il sistema di sandbox del browser di Google garantisce un livello di sicurezza elevato al di sopra degli eventuali bug del software di Adobe.

Dall’altro lato della barricata si schiera Apple, che ha recentemente affermato di non avere intenzione di supportare Flash nei propri dispositivi mobile (iPhone ed iPad), preferendogli di gran lunga HTML5 e bocciando Flash Player in quanto sarebbe un software “pesante”.

Da più parti si crede che l’alleanza Google-Adobe sia una mossa ad hoc contro la Mela, Google si sta infatti definendo con un profilo d’azienda che ricorda per certi veri Apple e potrebbe diventare un suo grande rivale nei prossimi anni. Da parte sua, Adobe non ha gradito le dichiarazioni di Apple e ha cercato un alleato forte per dare un segnale evidente.

Un dato certo è, però, la pesantezza del Flash Player, che diventa ingordo di risorse non appena gli si chiede di riprodurre filmati ad alta definizione o contenuti in 3D, Adobe ha parzialmente ovviato a questo rilasciando la versione 10.1  che introduce un parziale supporto alle GPU, ma la strada da fare è ancora lunga. Anche Google, ora alleato di Adobe, non fa mistero di sperare in una maggiore ottimizzazione del player, che vuole veloce come il motore Javascript di Chrome.

In questo scenario, si può essere certi che le cose evolveranno velocemente, il futuro sarà pieno di sorprese.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati