Facebook: ridisegneremo il Web

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

A Palo Alto, sede centrale di Facebook, c’è stata poco tempo fa una conferenza ai massimi livelli, una specie di G8 di Facebook, per stabilire la nuova rotta del più grande Social Network del mondo, che vuol proporsi come collante stesso di Internet e che potrà quindi avere importanti ricadute sulle abitudini del Web e dei suoi cittadini.

Zuckerberg vuole innestare la quinta e andare spedito e deciso nella direzione che ha già in passato indicato (e che noi abbiamo puntualmente criticato): secondo il giovane imprenditore il suo Social Network dalle uova d’oro deve imboccare il percorso per divenire il collante stesso di Internet e un modello nuovo, a cui accodarsi tutti. “Stiamo operando in maniera che tutti i siti Web possano lavorare insieme per creare una rete di contatti migliore e migliorare l’esperienza social di ognuno” ha infatti spiegato il fondatore di Facebook; “abbiamo ridisegnato la piattaforma per semplificare e migliorare gli strumenti utilizzabili dagli sviluppatori sparsi per la Rete al fine di dare una forma alla mappa”.

Ma in cosa consiste questo nuovo corso? Sostanzialmente tutto si incentra su due aspetti cruciali: l’approccio alla privacy e l’integrazione col resto del Web. Per quanto riguarda il primo punto, Zuckerberg si era già pronunciato, nel recente passato, in merito all’argomento, sentenziando che la privacy è ormai un concetto obsoleto, che non interesserebbe più ai netizen, soprattutto a quelli più giovani e infatti Facebook aveva già deciso di rivedere le proprie politiche sull’argomento, rendendo automatica la condivisione del profilo con terze parti, e l’utente potrà semmai, dalle impostazioni impedire tutto ciò, mentre prima accadeva esattamente il contrario e nulla poteva essere condiviso senza l’esplicita autorizzazione dell’utente.

Del resto questa nuova politica più spregiudicata nei confronti della privacy non è che l’utile corollario per l’integrazione col Web, altro punto del vertice. Così facendo infatti cade il termine massimo di 24 ore in cui era possibile trattenere nomi, cognomi, date di nascita e quant’altro sia disponibile sulla propria pagina; inoltre, se prima era necessario autorizzare una determinata applicazione affinché questa pescasse le nostre generalità, ora invece sarà sufficiente che questi interagisca anche una sola volta per aprire le porte dei propri segreti allo sviluppatore di passaggio. A questo proposito presto cambierà forma anche Facebok Connect, il tool sin qui utilizzato per far coincidere con Facebook l’accesso a diversi altri siti e social network. Una volta modificato sarà noto con il nome di Open Graph e permetterà in pratica ai gestori di siti e applicazioni di prepararsi alla visita dell’utente confezionandone l’esperienza Web a seconda dei gusti, carpiti appunto dal profilo Facebook (pagando Zuckerberg e la sua azienda ovviamente).

I partner di Facebook ovviamente sembrano soddisfatti delle decisioni, come dimostra la risposta data da Tom Conrad, CTO di Pandora, a chi gli ha chiesto cosa significasse per il portale musicale quanto annunciato da Zuckerbeg: “Queste novità consentiranno agli utenti di Pandora di condividere i propri gusti su Facebook, facilitando l’inserimento dei novizi senza che questi debbano frugare nel database; possiamo dire ora che Pandora è finalmente social” ha dichiarato al New York Times.

Ma gli utenti invece cosa ne penseranno quando sapranno (ma lo sapranno?) di essere diventati semplici utili ingranaggi di una macchina da soldi di colore blu che offrirà le loro vite, i loro gusti e le loro intimità a terzi sconosciuti in cambio di denaro?

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Un commento

  1. Toast

    mi sà che Zukkerbeker può dire quello che gli pare, ma se insiste…
    http://en.wikipedia.org/wiki/Privacy_laws_of_the_United_States

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati