In arrivo un eBook tutto italiano

Gadget e Hi-Tech     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Avremo presto un eReader tutto italiano, una piattaforma nazionale per contenuti editoriali in formato elettronico che adotterà precisi standard, per superare l’attuale frammentazione del mercato, sia dal punto di vista hardware,con tanti dispositivi completamente differenti, sia software, con tantissimi formati disponibili, ma non tutti compatibili. Ad annunciarlo è stato Franco Bernabè, amministratore delegato di Telecom Italia.

Se il mercato è sovraffollato da soluzioni eterogenee, immobilizzato da troppi formati concorrenti, l’eReader ce lo facciamo noi, in casa, con le nostre regole. Questo in sostanza il succo dell’annuncio, fatto da Bernabè. Sarà tutto italiano il nuovo dispositivo realizzato da Telecom per non perdere il treno dell’innovazione, ma al contempo per evitare la confusione che regna attualmente sul giovane mercato degli eBook e dei lettori. Si tratta dunque di una “piattaforma di distribuzione di contenuti editoriali in formato elettronico” come ha spiegato Bernabè, che punterà su un sistema standard per superare le difficoltà di un mercato oggi caratterizzato da “una situazione estremamente confusa” per le diverse piattaforme e le diverse soluzioni tecnologiche in campo. Telecom Italia, ha aggiunto, ha avviato il progetto per lanciare “una piattaforma di distribuzione, di billing, anche commerciale, che consentirà di avere un eReader in un sistema standardizzato per Natale, con condizioni estremamente vantaggiose per editori ed autori”. “Io credo che questo eReader avrà un grande successo”, aggiunge. Telecom Italia punta quindi ad “offrire a tutti gli editori in tempo per la campagna di Natale” una piattaforma di distribuzione e commercializzazione di contenuti in formato elettronico. Così, dice sempre Bernabè, “vogliamo essere partner degli editori per la distribuzione e la gestione dei pagamenti di contenuti. Vedo che molti editori si stanno muovendo, stanno capendo che la logica della standardizzazione è premiante”.

Tramite il nuovo eReader dovrebbe essere possibile scegliere, acquistare e scaricare i contenuti, un po’ come dovrebbe avvenire con l’iPad di Apple e l’AppStore. Bernabè non si è soffermato particolarmente sui contenuti tecnici, ma da quel che ha detto è facile immaginare che il dispositivo tenterà di seguire proprio le orme dell’iPad, visto che si è parlato di eReader a colori e schermi a forte contrasto per poter leggere anche controluce, o in spiaggia sotto il sole. Niente e-Ink quindi anche per questo dispositivo; la sensazione è che, come al solito, il mercato si sta orientando verso i dispositivi che abbiano il maggior impatto estetico, rispetto a quello funzionale, perché è innegabile che uno schermo a colori fortemente contrastato, come un Super AMOLED ad esempio, sia più affascinante allo sguardo rispetto a uno in bianco e nero, ma è altrettanto innegabile che è affaticante per gli occhi e che non ha la resa naturale dell’e-Ink, in grado di riprodurre molto più fedelmente la sensazione di guardare la pagina di un libro.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati