Il MIT realizza il primo laser per la trasmissione dei dati

Gadget e Hi-Tech     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

C’è effervescenza in questo periodo per quanto riguarda lo sviluppo di nuove tecnologie che dovrebbero accelerare i progressi nell’ambito informatico, soprattutto per quanto riguarda le CPU basate su silicio, ormai prossime alloro limite massimo di resa. Non abbiamo fatto in tempo, ieri, a parlarvi degli ultimi progressi che stanno avvenendo in Giappone che ci ritroviamo qui per parlarvi di un altro annuncio, questa volta effettuato dal prestigioso MIT: si tratta della realizzazione di un nuovo tipo di laser, adatto a trasmetterei dati all’interno delle CPU, in maniera molto più veloce di quanto avvenga attualmente.

Che la tecnologia basata sul silicio sia agli sgoccioli è cosa ormai nota: ancora pochi anni e si raggiungerà il suo limite massimo di sviluppo, per cui, se si vuole avere la possibilità di continuare a sviluppare la potenza di calcolo delle CPU, è chiaro che bisognerà trovare soluzioni e tecnologie alternative. Oltre ai ben noti studi per realizzare computer quantici o basati su molecole di vario tipo, comunque progetti molto ardui da realizzare e quindi ancora lontani nel tempo, ci sono team al lavoro su soluzioni forse meno eclatanti, ma che potrebbero essere disponibili in tempi molto più brevi.

Una è quella di cui vi abbiamo parlato ieri, mentre oggi arriva la notizia che al MIT (Massachussets Institute Of Technology) la sperimentazione su un’altra tecnologia sta dando risultati molto interessanti. In pratica si tratta di sostituire l’attuale impiego di silicio, e quindi di elettricità,come mezzo di trasmissione dei dati nei computer. Il laser, e quindi la luce, sarebbe un ottimo strumento alternativo, in quanto estremamente più veloce, ma bisognava prima risolvere alcuni problemi tecnici: l’arseniuro di gallio impiegato attualmente infatti è molto costoso e inoltre non può essere inserito nei chip durante il loro stampaggio, ma bisogna aggiungerlo successivamente, con un ulteriore dispendio in termini di costi realizzativi. Al MIT invece avrebbero realizzato il primo laser costruito a base di germanio, in grado di produrre onde luminose adatte al trasporto di informazioni a temperatura ambiente e facilmente integrabile negli attuali chip al silicio. Le informazioni, a loro volta, sarebbero costituite da nanoparticelle, molecole organiche capaci di assumere particolari disposizioni nello spazio, che poi i laser “sparerebbero” attraverso i circuiti ad altissima velocità.

Insomma pare proprio che siamo alle soglie di una nuova era dello sviluppo tecnologico paragonabile appunto soltanto alla rivoluzione avvenuta con la miniaturizzazione e allo sviluppo delle tecniche litografiche per stampare tali componenti miniaturizzate sui wafer di silicio, visto che da allora, sostanzialmente,tutto è rimasto fermo per decenni.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

2 Commenti

  1. Michele

    Fantastica rivoluzione in un campo sempre più in espansione …
    Altre informazioni @ http://web.mit.edu/press/2010/germanium-laser.html

  2. RockRibelle

    Trovo quasi una consuetudine che ad una scoperta dei giapponesi ne avvenga una da parte degli americani. Sembra proprio una consuetudine quella degli annunci in sequenza. Inoltre quello che realmente verrà fatto di una nuova tecnologia é spesso lontano da quello che era stato annunciato. Mi viene da dire: bravi, ora vediamo dove arrivate (annunci simili ne trovamo quanti ne vogliamo).. Degli interruttori ottici, della micro-ottica, se ne parla da due o tre decenni ormai, ma al lato pratico ciò che se ne é fatto é nettamente al di sotto di quanto i ricercatori troppo ottimisti prevedevano. Business is business..

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati