Italia: uso di Internet in crescita, ma l’Europa resta lontana

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Italiani, popolo allergico alle nuove tecnologie? Può darsi, almeno stando ai dati riportati dall’ultima indagine multiscopo condotta dall’Istat nel nostro paese, dove risulta che sono in aumento le famiglie che posseggono un PC come anche quelle che si connettono a Internet, ma che questi numeri restano molto bassi quando posti in prospettiva europea, dove il nostro Paese e i suoi abitanti restano tristemente agli ultimi posti della graduatoria.

Nel 54 % delle case degli italiani ci sarebbe almeno un PC, mentre il 47,3 % degli abitanti avrebbe una connessione a Internet, specialmente se in famiglia ci sono figli sotto i 18 anni. Si conferma quindi un trend in netta crescita rispetto all’anno scorso (nel 2008 si parlava rispettivamente del 50,1 % e del 42 %), ma ancora insufficiente per portarci vicini alle vette della classifica europea che ci vede fanalini di coda, colpa anche della relativamente scarsa penetrazione della banda larga, settore in cui addirittura siamo quartultimi: a fare peggio di noi soltanto Paesi come Slovacchia, Grecia, Bulgaria e Romania.

Insomma, saranno le caratteristiche geografiche del nostro Paese, che ha si tantissime coste ma che è fatto quasi interamente di montagne, con gli Appennini a tagliare a metà l’Italia e rendere difficoltosa qualsiasi realizzazione infrastrutturale, che siano autostrade, ferrovie o, appunto, connessioni Internet o le abitudini conservatrici e dure a morire della maggior parte dei nostri concittadini ma la situazione è purtroppo tristemente questa. La TV e il cellulare infatti hanno da noi molto più successo, probabilmente anche a causa dell’età media della popolazione (l’Italia è un Paese “vecchio” e praticamente a crescita 0 da anni).

Quali che siano le spiegazioni comunque il fatto resta ed essere ultimi in Europa non è solo una questione di orgoglio, ma significa anche e soprattutto mancato sviluppo economico a causa dell’impossibilità di sfruttare le opportunità che il Web offre. Non resta, come sempre, che sperare nel 2010.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati