Ai provider statunitensi non piace la neutralità della Rete

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

All’associazione degli Internet Service Provider americani il concetto di Net Neutrality, che mira a garantire pari trattamento a ciascun tipo di contenuto, così da evitare discriminazioni, non piace proprio. A scatenare l’ira dei provider statunitensi è il disegno di legge per la regolamentazione finale dei contenuti della Rete, che proprio all’odiato principio si ispira. Ma perché tanta avversione? Ovviamente è una questione di business, ma la cosa divertente è che l’associazione sta provando a rovesciare la realtà facendo passare una legge a difesa della libertà per una di tipo liberticida… almeno per quel che riguarda la libertà dei provider stessi.

Gli avvocati, si sa, sono proprio bravi a rigirare le carte in tavola. La Federal Communications Commission (FCC), la commissione istituita dal governo degli Stati Uniti per dirimere la complessa questione legata alla neutralità dei contenuti veicolati dal Web, aveva presentato già da qualche tempo un corposo documento di 107 pagine, che sta alla base del disegno di legge che dovrebbe segnare l’inizio di una regolamentazione definitiva a difesa della neutralità della Rete. In quel documento erano esposti sei principi di base, da trasformare in regole più severe a tutela di uno dei diritti fondamentali dei netizen: il diritto d’accesso. Lo scorso settembre sono state poi aggiunte due linee guida in più, molto importanti, in quanto indirizzate all’attenzione degli operatori che gestiscono il traffico Internet. La prima è volta a prevenire un uso discriminatorio da parte degli ISP nei confronti di contenuti e applicazioni terze, mentre la seconda mira ad assicurarsi che gli stessi provider rimangano assolutamente trasparenti nella gestione dei propri network.

E qui entrano in scena gli avvocati: già, perché gli ISP vorrebbero far credere all’opinione pubblica che tutta questa difesa della libertà d’espressione e di fruizione è in realtà una legge contro la libertà d’espressione… degli ISP stessi! Secondo Kyle McSlarrow, CEO della National Cable and Telecommunications Association (NCTA), tale legge, se approvata, limiterebbe la libertà dei provider, che non potrebbero più offrire contenuti premium ai propri utenti.

Peccato che la realtà sia un po’ diversa. La banda disponibile, come si sa, non è infinita:se quindi tutti gli utenti di un ISP dovessero fruire della banda disponibile (per cui pagano regolarmente) per accedere a servizi terzi gratuiti, saturerebbero di fatto tutta la banda di cui il provider stesso dispone e quest’ultimo non potrebbe quindi più essere in grado di offrire accesso a servizi identici, ma solitamente a pagamento. Il danno quindi sarebbe tutto a carico dei provider, perché per l’utente cambia poco guardare un filmato su YouTube o su NBC, ma in realtà si potrebbe dire l’esatto contrario: infatti l’utente dovrebbe pagare una quota aggiuntiva a quella che paga già se si facesse come piace ai provider, mentre con al situazione attuale il provider non ci perde niente, visto che prende già dei soldi per erogare connettività, semplicemente non avrebbe l’opportunità di guadagnare di più.

Come stanno in realtà le cose e chi sia la vittima in tutto ciò credo quindi sia sufficientemente chiaro a chi legge, ma bisogna sperare che i provider non l’abbiano vinta in USA, altrimenti presto molti altri provider in giro per il mondo potrebbero avanzare pretese simili.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

3 Commenti

  1. cctv about

    Installation of any wireless burglar alarm system requires
    someone that’s trained from the cameras and
    receivers, and knows the most recent tips and tricks on getting anyone to work properly
    too. Tight security and modern protection will
    come in cost-effective packages. Cctv usb adapter You are
    not simply protecting your company but protecting yourself as well as
    your shoppers too.

    Here are a few popular achievements and cheats for Hitman Blood Money:.

    Lens options may be fixed (no zoom) or Varifocal (adjustable zoom).

  2. biotin hair pills do

    We all want lovely skin and hair knowning that goes without saying.
    Some have been known to wear wigs because these are afraid of becoming
    the laughing stock because with the loss of hair on their heads.
    Biotin pictures Biotin and essential amino acids support elastin and collagen production.

    Dilated veins would allow the entry of more food and oxygen to your
    hair follicle cells. The Avalon Organics proper
    hair care line is comprised of ten a variety of organic shampoos
    with complimenting conditioners.

  3. what dose hmu recent

    Exercise is usually the number one recommendation for burning
    or getting rid of fat. Firstly, you need a high-speed broadband connection and the necessary router setup so that
    you can use the broadband service with your computer and your television set.
    What’s tbh in texting

    God had patience with them through out the years and at times pleaded for them to turn from their ways.

    For the Jews, dipping the herbs twice represented
    the hard work they performed as slaves of the Egyptians.

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati