Parola all’hacker che ha scritto il primo virus per l’iPhone

Gadget e Hi-Tech     Autore: Luigi Mango Aggiungi un commento

La prima persona al mondo a scrivere un virus dedicato al Melafonino pensava di poter passare inosservato e che il programma finisse nel dimenticatoio dopo aver fatto pochissimi danni, invece si ritrova al centro di interviste ed offerte di lavoro, tanto da farlo rimanere incredulo.

iPhone 3G

Ashley Towns, 21enne di Wollongong, ha scritto il primo virus per iPhone. L’applicazione malevola è stata ispirata da alcune frasi lette su un blog nei quali veniva consigliato a chiare lettere di cambiare la password predefinita dell’ SSH  (alpine) dopo aver modificato il device. Il ragazzo non ha fatto altro che domandarsi quante persone non avessero seguito quel consiglio e ha scritto di getto il codice per sfruttarlo.

Il virus denominato Ikee è innocuo ed attacca solo gli iPhone soggetti a jailbreaking, ovvero in grado di supportare software non ufficiali e non reperibili sull’Apple Store. In caso di “contagio” Ikee cambia lo sfondo dello smartphone con un’immagine di Rick Astley, un cantante famoso negli anni 80, ed aggiunge la frase: “ikee is never going to give you up”.

L’autore credeva che al massimo poche decine di utenti sarebbero incappati in inconvenienti causati dalla sua applicazione, l’esperimento però, gli è sfuggito di mano.
Da quel momento si è trovato catapultato nella notorietà, nel bene e nel male, perché se da un lato ha già ottenuto un colloquio di lavoro con uno sviluppatore di applicazioni per iPhone, dall’altro riceve numerose telefonate di insulti da sconosciuti, che gliene dicono di tutti i colori.

In rete ci sono molti siti su cui è riportata la procedura per l’eliminazione del virus, ma molti utenti restano in attesa di controllare se il virus abbia avuto qualche conseguenza sulla quantità di dati scaricata, che potrebbe determinare un aumento del conto mensile.
Un sondaggio online, cui hanno partecipato 721 utenti, ha però evidenziato come il 75% di loro pensi che Towns abbia fatto un favore ai possessori dell’iPhone, mostrando loro quanto vulnerabili fossero i loro smartphone in quella particolare situazione.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Un commento

  1. Gibbo

    Vedo che Rick Astley continua a far danni :D

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati