Google prova a far evolvere il Web

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Google, sempre Google. Nel bene e nel male il gigante di Mountain View è sempre protagonista quando si parla di Internet e di tutti i suoi aspetti, da alcuni anni a questa parte. Questa volta vi parliamo dell’ennesimo progetto di BigG, volto nientemeno che a velocizzare la navigazione in Internet, tramite lo sviluppo di un protocollo tutto nuovo, in grado di andare al di là del classico HTTP.

Al momento si chiama SPDY, la cui pronuncia inglese suona come “speedy”, ossia veloce. Si tratta del nuovo protocollo di trasmissione dati su Internet che stanno sviluppando e sperimentando a Mountain View. Non contenti del tradizionale http e dei semplici miglioramenti ottenibili sviluppando un browser e un motore JavaScript, come hanno fatto con Chrome, in azienda vogliono qualcosa di più: evolvere il Web e portarlo su un nuovo e migliore livello di efficienza, compito affidato a un gruppo di ingegneri del Googleplex.

Al momento si sa poco su questo nuovo protocollo, se non genericamente che si sta tentando di aumentare la velocità di trasferimento dei pacchetti di informazione tramite l’abbassamento delle latenze nel trasferimento dei dati tra client e server, la compressione spinta degli header e le connessioni multiple. I risultati ottenuti durante gli esperimenti appaiono comunque molto incoraggianti. Pare infatti che, grazie a una versione modificata di Chrome, reso compatibile col nuovo protocollo, si sia riusciti ad ottenere miglioramenti nelle velocità di caricamento dei 25 siti più importanti del mondo nell’ordine di ben il 55 %.

A quanto pare inoltre il progetto SPDY è già arrivato a un livello di maturità tale da poter accettare anche contributi esterni, visto che probabilmente Google ha intenzione di svilupparlo in maniera Open Source. L’obiettivo però, al momento almeno, non è quello di rivoluzionare il Web facendo accogliere SPDY come protocollo standard di Internet, ma piuttosto di affiancarlo all’http, senza volerlo sostituire del tutto.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati