Darwin: i libri si evolvono online

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Digitalizzazione, ebook, ereader, sono ormai già parole e concetti entrati, se non proprio nell’uso comune, almeno nel bagaglio di conoscenze dell’utente medio, cose che ormai si conoscono e si attendono, in un futuro molto prossimo, come abitudini e nuovi stili di comunicazione che riguarderanno tutti noi. Progetti di digitalizzazione stanno partendo un po’ ovunque, già da qualche anno ma, finora, hanno riguardato più che altri enti pubblici, come le grandi biblioteche, o colossi privati come Google. Ora la casa editrice Il Mulino, prima in Italia e tra le prime in Europa, avvia un programma di digitalizzazione del proprio catalogo: nasce Darwin.

Il nome dice già tutto di questo progetto, in cui la digitalizzazione dei testi e la loro fruibilità online sono visti come il futuro e l’evoluzione dell’editoria cartacea. Inaugurato lo scorso 12 ottobre, Darwin è sostanzialmente un archivio digitale, che per il momento comprende già 300 titoli dell’editore. Per il momento comunque si tratta di un progetto destinato unicamente a istituzioni universitarie, biblioteche e centri di ricerca, escludendo per converso il pubblico generalista.

Secondo Andrea Angiolini, responsabile per le nuove tecnologie della casa editrice, non poteva essere diversamente, sia per motivi pratici (impossibile digitalizzare in una sola volta l’intero catalogo dell’editore), sia per motivi culturali: “La nostra casa editrice nasce per pubblicare ricerca. In questo senso ci è sembrato doveroso, oltreché logico, cominciare dalle collane in cui maggiormente si riflette lo sforzo scientifico”.

Il servizio comunque sembra molto interessante, in quanto la piattaforma consente non solo la normale lettura a tutto schermo dei testi, ma anche e soprattutto una serie di funzioni di contorno che arricchiscono la fruizione dei contenuti, con strumenti che solo il Web rende possibili. Sarà infatti possibile svolgere una varietà di funzioni avanzate, dal full-text search su singoli volumi e collane, alla ricerca mirata su specifiche categorie di contenuti come ad esempio immagini, bibliografie etc., fino all’applicazione e condivisione socializzata di commenti ai testi, o alla possibilità di estrarre interi brani per citarli altrove o condividerli su piattaforme social. La possibilità di scaricare semplicemente i contenuti e impiegarli offline non è invece prevista, anche perchè, come spiega lo stesso Angiolini: “nel momento in cui scarichi il libro e lo consulti al di fuori della piattaforma, ti precludi l’impiego di tutte le funzionalità più innovative del sistema. E allora tanto valeva tenersi un libro di carta”. Per quanto concerne i sistemi di pagamento, infine, mentre è certo che alla fine del periodo sperimentale (31 dicembre 2009) ad università e biblioteche sarà proposto di aderire attraverso forme di abbonamento, sul medio termine non si esclude la possibilità di offrire i contenuti anche a singoli individui, magari in modalità pay-per-view.

Prevedere gli sviluppi di questo ed altri progetti simili oggi è certamente difficile ma, guardando anche la panorama mondiale, ad esempio l’Oxford Scholarship Online, o i sempre più numerosi governi mondiali che scelgono l’ebook per scopi didattici, si potrebbe essere cautamente ottimisti, anche se l’attuale mercato soffre ancora la mancanza di uno standard certo. Ma al Mulino, giustamente forse, preferiscono vedere in questo esperimento un’occasione per ripensare sia i prodotti che il senso stesso del proprio lavoro, che per restare competitivo nei futuri scenari tecnologici, dovrà, come suggerisce il nome, necessariamente evolversi in altre forme.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati