Facebook non dimentica i defunti

Web e Business     Autore: Luigi Mango Aggiungi un commento

Quella di oggi è una notizia a cui, tendenzialmente, si fa a meno di pensare. Nell’epoca attuale, dove chi è online, per lavoro o per diletto, molto spesso è anche membro di una community come un social network, ha mai riflettuto su cosa accade al proprio profilo se il fato pone fine alla propria vita?

facebook

Se lo è chiesto anche Max Kelly, programmatore di Facebook, che qualche anno fa ha perso un amico in un incidente stradale, un amico e compagno di lavoro. A quel punto sono sorti i primi interrogativi, cosa farne dei profili degli iscritti al popolare social network in caso di dipartita? Cancellare il profilo sarebbe stato come eliminare i ricordi del defunto agli occhi di chi condivideva il suo “mondo” virtuale, quindi non andava bene. L’idea giusta si è concretizzata in questi giorni, giusto in tempo per l’approssimarsi del mese di commemorazione dei defunti.

E’ stato inaugurato una sorta di cimitero virtuale su Facebook, una sezione dove il profilo del malcapitato viene “parcheggiato” ma non chiuso. Vi si può accedere grazie all’interessamento di qualche amico, che tramite un form apposito chiamato decesso, segnala la dipartita del titolare di un determinato profilo. Per fare ciò, occorre portare qualche prova che attesti la morte della persona, un certificato di morte, un necrologio e quant’altro.  Una volta accertato l’evento, Facebook non permette (ovviamente) nuove amicizie ma da la possibilità, agli amici che già condividevano il suo profilo, di scrivere qualche frase, un ricordo di chi non è più tra noi.

L’idea secondo me merita di essere approfondita. Quelli di noi che passano molte ore sul web, nel corso degli anni socializzano con decine, centinaia di persone, non si può parlare di amicizia ma di conoscenza; tanto basta probabilmente per giustificare la propria presenza continua anche in caso di eventi sfortunati, per dare la possibilità a chi ci ha conosciuti, di ricordare ogni tanto un vecchio amico…o conoscente.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

2 Commenti

  1. Mario Fiorini

    Ho letto quanto da voi pubblicato e sono sostanzialmente d’accordo nel mettere in pratica quest’idea che trovo quantomeno singolare per la sua proposta.

    Chiedevo :
    come si è comportato e come si comporta attualmente facebook con il titolare del profilo, quando di questo viene accertato il decesso ?
    Questo profilo viene chiuso “d’ufficio” ? O rimane aperto ??

    Per cui, l’idea di poterlo tenere aperto, quindi in qualche modo di poter “tenere in vita” il suo proprietario, va attentamente valutata nei pro e nei contro.
    Andrebbe chiesto anche il parere di tutti gli utenti, su apposito forum, di cosa ne pensano di questa iniziativa. Poi si potrebbe avviare una sperimentazione, se già non esiste una similitudine in piattaforme analoghe.
    Auguro un buon lavoro ai programmatori del social network.

  2. Luca

    Ultimamente nel web si parla di morte… Sarà la festa di halloween, sarà la festa dei morti… boh!! Comunque vo segnalo un sito dedicato al tema:
    http://www.funeras.it Ci sono i necrologi e si possono fare anche le condoglianze

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati