GaiKai: il cloud computing anche per i videogiochi

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Il cloud computing rappresenta un’interessante idea evolutiva, non solo per la Rete, ma anche per i servizi che essa offre e, più in generale, per i computer così come li conosciamo ora. L’idea di spostare infatti l’archiviazione e l’esecuzione di dati e programmi dagli attuali PC totalmente sul Web, ospitandoli fisicamente in server remoti e trasformando così qualsiasi dispositivo attuale, come computer, portatili, cellulari, PDA etc. in un terminale da cui poter accedere sempre e ovunque ai propri dati e al proprio ambiente lavorativo è sicuramente molto stimolante. Tuttavia, anche se questo concetto è ancora in fase embrionale, c’è già chi cerca di attuarne i principi, offrendo servizi basati su tale soluzione. Inizialmente ovviamente sono nate iniziative volte al mondo del lavoro e dell’impresa, ma adesso c’è chi sta pensandone un impiego inedito: i videogiochi.

Stare dietro all’evoluzione sempre più veloce della grafica tridimensionale e della controparte hardware necessaria per farla girare degnamente diventa anno dopo anno un’impresa sempre più onerosa e impegnativa per gli appassionati di videogiochi, costretti a cambiare configurazione più frequentemente di quanto sia realmente necessario. Deve aver pensato a questo Dave Perry, quando ha iniziato a sviluppare il suo servizio, chiamato GaiKai. Perry è già noto agli appassionati di videogiochi, per aver in passato creato titoli storici come MDK, Sacrifice o Earthworm Jim.

GaiKai appunto è l’applicazione dei concetti del cloud computing ai videogiochi. Ogni titolo sarà infatti eseguito da remoto, su un server dedicato e renderizzato su quella macchina, mentre sul proprio PC si riceveranno soltanto i dati via Internet, visualizzati normalmente tramite un browser qualsiasi, senza nemmeno bisogno di plug-in particolari.

L’idea alla base di GaiKai in verità non è però nuova, in quanto esistono già almeno altri due competitor, OnLive e Playcast e, se da un alto promette di risolvere appunto il problema di avere sempre un computer aggiornatissimo per godere degli ultimi titoli video ludici, dall’altro suscita negli appassionati qualche perplessità, soprattutto per via del potenziale lag nella trasmissione dei dati via Internet e poi per la totale perdita di controllo sulle impostazioni stesse del gioco.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati