E-bookstore anche da Barnes & Noble

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Alla fine forse l’era del libro digitale sta davvero cominciando. All’inizio c’era solo Amazon che è si un colosso, ma da solo non poteva indirizzare l’intero mercato. Per di più il formato dei suoi libri era proprietario e non compatibile con altri software più diffusi, come il PDF di Adobe, necessitando inoltre di un lettore specifico, il Kindle, sempre sviluppato e venduto da Amazon. Dopo l’annuncio di Google di voler scendere in campo facendo l’esatto contrario, ossia rendendo disponibili tantissimi titoli in formati diffusi e su qualsiasi piattaforma, anche Amazon si è subito accodata, abbandonando l’idea di una piattaforma chiusa hardware-software. Ora, a chiudere il percorso, arriva l’annuncio di un altro gigante: Barnes&Noble aprirà un e-bookstore. Si, l’era del libro digitale sta forse proprio cominciando.

700mila titoli, questo è il ricchissimo carnet che Barnes&Noble, il colosso delle librerie americane, porta in dote al neonato mercato del libro elettronico. Una dote che, promettono già, sarà completamente aperta, compatibile e cross-platform: si è parlato infatti di iPhone, iPod Touch, RIM BlackBerry, PC e Mac. Insomma, come la solito Google indica la via e cambia le regole del gioco, costringendo tutti gli altri attori ad accodarsi, anche se questa volta bisogna dire che è per il meglio.

In ogni caso, anche se i suoi titoli saranno disponibili per tutte le piattaforme, anche Barnes&Noble non vuol rinunciare ad appoggiare un dispositivo specifico per la lettura: in questo caso, l’anno prossimo avranno l’esclusiva del Plastic Logic eReader, da molti indicato come il vero anti-Kindle.

Insomma ora che questo poderoso tris d’assi è calato sul mercato le sorti dell’e-book sono molto più sicure, per lo meno lo sono rispetto a qualche anno fa, in cui nessun player serio e credibile era presente sul mercato a sostenere la diffusione di questa tecnologia. Alla fine però, come sempre, il verdetto finale saranno i consumatori ad emetterlo e non è detto che, magari dopo un primo inizio entusiastico per la novità, l’e-book abbia vita facile e assicurata perchè, al di là di tutti i pur apprezzabili sforzi per proporre titoli e una piattaforma aperta e compatibile, resta sempre oggettivamente difficile leggere a schermo Guerra e Pace, che sia un iPod o un LCD 24″. Se al più presto non emergeranno quindi tecnologie nuove che permettano una leggibilità più naturale sugli schermi e meno affaticante dell’attuale, è difficile che tale soluzione possa mai affermarsi in maniera definitiva.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati