Squared: così Google risponde alla sfida dei motori “intelligenti”

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Ormai è una sfida aperta, una corsa contro il tempo a chi sarà in grado di realizzare per primo un nuovo motore di ricerca capace di superare le difficoltà di reperimento dei contenuti che caratterizzano il modo attuale di raccogliere e catalogare la conoscenza online. Chi riuscirà nell’impresa potrebbe infatti avere per sè un vantaggio pari a quello che ebbe proprio Google all’epoca del suo debutto, ossia una superiorità tecnologica che lo rendeva vincente rispetto al panorama di allora. Giganti come Microsoft e outsider come Wolphram Alpha stanno quindi in questo periodo provando a sfidare Mountain View sul suo stesso terreno ed ecco che la risposta non poteva certo farsi attendere: da oggi è disponibile Squared.

Non è passato molto da quando vi abbiamo parlato di Microsoft Bing anche se si tratta di un progetto teso più a differenziarsi che a sovrapporsi a Google, o Wolphram Alpha o Blue Gene di IBM, i due rivoluzionari motori di ricerca basati sulla capacità di riconoscere il linguaggio naturale e rispondere nella stessa maniera, che però sono ancora al di là da venire. Ma a Moutain View non se ne stanno certo con le mani in mano ed ecco quindi che, a sorpresa e senza che si sia mai saputo niente mentre era in fase di sviluppo, ha fatto il suo esordio un nuovo strumento, chiamato Square.

Sostanzialmente, si tratta di un aggregatore intelligente, che propone una griglia contenente vari dati su quello che abbiamo cercato, usando una serie di criteri che noi possiamo scegliere poi eventualmente di espandere. Gli attributi di volta in volta disponibili per espandere la griglia saranno ovviamente correlati con il soggetto della nostra ricerca.

A ben vedere quindi, più che di una risposta a Wolphram Alpha o Blue Gene, si tratta di uno strumento che arricchisce l’offerta attuale di Google, ma senza innovarla profondamente e che segue più che altro la strada della diversificazione scelta da Microsoft, proponendo dei tool per usi specifici, semmai complementari e non sostitutivi del modo attuale di fare ricerca.

Squared è ovviamente ancora in beta e presenta quindi alcuni evidenti quanto normali difetti di gioventù, ma non è a nostro avviso in grado di impensierire i concorrenti che stanno puntando sui motori linguistici, che potrebbero portare una rivoluzione davvero consistente nell’ambito.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Un commento

  1. Darlington

    Se deve funzionare come la attuale “ricerca intelligente” di Google, che tu cerchi una parola, la quale restituisce pochi risultati, allora lui automaticamente decide di cercartene un’altra simile ma che significa tutt’altro, è meglio che lascino perdere

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati