Le major vogliono entrare anche nella scuola

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Meno storia e filosofia e più economia e copyright. Questa, in sostanza, la visione della scuola e dell’insegnamento e l’idea che sta cercando di far passare una lobby statunitense, che si chiama Copyright Alliance. Un tentativo, nemmeno troppo velato, per inculcare sin dalla tenera età nei bambini (ma sarebbe meglio chiamarli a questo punto piccoli consumatori) concetti riguardanti il valore, economico e giuridico, del diritto d’autore. Evitare storia e filosofia e aumentare l’economia per uccidere il pensiero libero nei consumatori?

La sedicente organizzazione in questione è, nemmeno a farlo apposta, spalleggiata da enti come la RIAA e l’MPAA, ed ha svelato proprio nei giorni scorsi il suo piano per combattere la pirateria alla radice, attaccando i consumatori sin da piccoli, quando sono ancora plasmabili, per convincerli della bontà del diritto d’autore, diminuendo al contempo il peso formativo di materie come storia e filosofia (forse farebbero pensare troppo i consumatori in fasce?).

Del resto, del valore del copyright è pienamente convinto Patrick Ross, direttore esecutivo di Copyright Alliance, che dice: “La nostra nazione ha raggiunto traguardi culturali ed economici grazie al copyright, un sistema che ha funzionato per secoli talmente bene che adesso è un pilastro fondamentale della nostra prosperità. Adesso che una nuova generazione di futuri creativi popola le scuole dobbiamo assicurarci che questo principio non vada dato per scontato e mantenga il suo ruolo”.

Senza nemmeno sforzarsi troppo è facile leggere in questo il tentativo, continuo e perpetrato a tutti i livelli dalle associazioni dell’intrattenimento, di mascherare dietro la (sacrosanta) difesa del diritto d’autore, unicamente la voglia di difendere il mercato, i proventi (delle case, non degli artisti) e i privilegi, in una parola lo stato delle cose del mercato attuale, senza rischiare di essere messi in discussione, se non dalle nuove generazioni, semplicemente dal trascorrere del tempo, dalle mutazioni tecnologiche, culturali e storiche, che loro vogliono appunto minimizzare sminuendo l’apporto della storia nella formazione delle giovani menti a favore di bieche visioni economicistiche del mondo, il più possibile sottratte alla critica.

Già diversi anni fa un’altra lobby, la Business Software Alliance, aveva proposto simili iniziative di formazione. Adesso però le copie del libro scritto dalle corporation è stato già distribuito in più di cinquemila librerie statunitensi, con l’obiettivo dichiarato di riuscire a dilagare entro l’estate.

Fortunatamente c’è chi veglia sulla correttezza della formazione dei nostri figli e dell’informazione in generale e così già in molti si sono schierati contro questa idea, accusando la Copyright Alliance di diffondere notizie false al fine di eseguire un lavaggio del cervello dei nostri giovani. Una risposta concreta inoltre è già arrivata dalla Electronic Frontier Foundation che, proprio in questi giorni, ha realizzato un “contro libro”, che dovrebbe presentare una visione imparziale del copyright, che propugna una protezione proporzionata del diritto d’autore, al fine di alimentare creatività e mercatoenon di pensare a mungere le vacche grasse chiamate consumatori.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Un commento

  1. lonewolf

    lavaggio del cervello fin da quando son piccini?

    come minimo è da vietare come cosa, come è parlare di politica recente alle elementari, o di problemi etici ancora aperti

    quando si cresce e si comincia ad avere esperienza allora potrebbe aver senso, ma chiedere di concedere loro i nostri figli perché non pensano di guadagnare abbastanza significa aver oltrepassato il limite, e di molto

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati