E’ in arrivo il bus elettrico che si ricarica mentre sosta alle fermate

Ecologia e Risparmio Energetico     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

In questo periodo il desiderio di salvaguardare l’ambiante è sempre più vivo nella mente e nel cuore delle persone: molte sono le iniziative intraprese e sempre maggiori sono gli studi riguardanti le nuove tecnologie che possono, in qualche modo, arginare il problema che incombe sul nostro pianeta. 

Durante la presentazione di “H2 Roma 2009”, la manifestazione dedicata all’auto eco-compatibile, programmata per il 4 e 5 novembre 2009 a Roma, il prof. Luigi Paganetto, Presidente dell’ENEA (Ente per le Nuove tecnologie, l’Energia e l’Ambiente), ha presentato un nuovo autobus elettrico che si ricarica mentre sosta alle fermate.

Con queste parole il Presidente Paganetto ha presentato questo rivoluzionario bus: “La principale caratteristica di questo autobus è la capacità di ricaricarsi alle fermate attraverso speciali pensiline cui si “aggancia”. Ogni due o tre soste, il mezzo, utilizzando un supercondensatore, accumula l’energia necessaria che gli servirà per viaggiare per altrettante fermate.”

La prima opinione che si potrebbe avere su tale iniziativa è che si potrebbe mettere in discussione la grandiosità di tale progetto, pensando che alla fine per le nostre città circolano già trasporti pubblici ecologici. Pensandoci bene, però, non sono molti gli autobus ecologici in funzione, e, molto spesso, coprono soltanto le aree centrali delle città, quando in realtà le zone limitrofe e le periferie sono molto più popolate ed affollate di individui che utilizzano costantemente i trasporti pubblici per i vari spostamenti.

Questo bus elettrico, stando a quanto detto durante la sua presentazione, dovrebbe rappresentare un mezzo di trasporto ecologico dal costo di realizzazione contenuto, con in più la caratteristica di essere flessibile, in quanto, a differenza dei filobus, non e’ costretto a percorrere un  tragitto fisso, ma necessita solo della presenza di pensiline di ricarica.

Tale progetto, ammesso ai finanziamenti previsti nell’ambito del Programma “Industria 2015” del Ministero dello Sviluppo Economico, verrà in un primo momento sperimentato dall’ENEA a livello di componenti e solo nel 2012 dovrebbero uscire i primi prototipi che circoleranno in strada.

Speriamo che la fiducia che viene riposta oggi in questo nuovo bus elettrico sia mantenuta anche quando usciranno i primi esemplari. Il poter usufruire di mezzi di trasporto pubblici ed efficienti per muoversi all’interno della propria città è una possibilità da non trascurare, molto utile sotto diversi punti di vista. Prendere i mezzi pubblici vuol dire: ridurre lo stress generato da ore di guida in mezzo al traffico urbano, non avere problemi di parcheggio, risparmiare denaro e, da non sottovalutare, limitare le emissioni dannose per l’uomo e per l’ambiente.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati