TED: le videoconferenze più esclusive del web approdano ora anche in Italia

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

TED, acronimo di Technology Entertainment Design. Si tratta di una conferenza annuale che vede personaggi famosi dei tre ambiti sopra indicati, tenere lezioni tramite video interventi su una vasta gamma di argomenti, offrendo all’utenza il meglio del pensiero globale. Finora, però, questo evento era piuttosto elitario, sia perché si è tenuto sempre negli USA e solo in California sia perché gli interventi erano disponibili esclusivamente in inglese. Ma dalla metà di questo mese le cose sono cambiate: la conferenza si è aperta ad altre location mondiali e gli interventi sono ora disponibili in ben 40 lingue. Perché non si può parlare davvero di globalizzazione senza essere globalizzati.

Bill Clinton, Al Gore, Jane Goodall, Paola Antonelli, Bill Gates, Dave Eggers, Isabelle Allende, Jeff Bezos e Bono Vox sono solo alcuni dei nomi di cui è possibile ascoltare gli interventi su questo prezioso network che raccoglie il meglio degli intellettuali mondiali. Fondato nel 1984 da Saul Wurman, teorico dell’Information Anxiety e professore del MIT, TED era inizialmente concepito come un appuntamento annuale “vecchio stampo”, una conferenza cioè tenuta in un luogo fisico, nel quale far convergere le avanguardie intellettuali del mondo post industriale, di quello industrializzato e di quello emergente, per discutere appunto di tecnologia, intrattenimento e design. Nel corso degli anni poi ha avuto il merito di sapersi qualificare quale principale incontro sul futuro e l’innovazione tecnologica, divenendo poi il fenomeno attuale con il passaggio della gestione alla Fondazione Sapling nel 2001, che ha fatto ulteriormente evolvere l’incontro fino ad includere le scienze, le arti, il mondo del business e l’ambientalismo.

Sempre aggiornati, i video di TED sono registrati dal vivo durante i quattro giorni del convegno e vertono su tutto lo scibile umano, spesso presentando proposte originali riguardo ai temi trattati, finora però tutta questa ricchezza di saperi era fruibile solo da chi fosse in grado di padroneggiare la lingua inglese. “La nostra missione è quella di diffondere il meglio del pensiero umano. Era tempo di raggiungere gli altri 4,5 miliardi di persone che non parlano inglese”, dice invece ora Chris Anderson, curatore di TED.

Come detto però per parlare di globalizzazione bisogna globalizzarsi e questa operazione non riguarda quindi soltanto la mera disponibilità delle traduzioni dei contenuti, ma prevede l’avvio di due progetti paralleli e complementari, TED Global e TED Community. Il primo prevede una serie di conferenze parallele a quelle che si svolgono negli States e cercherà di coinvolgere i massimi pensatori mondiali, così come già avvenuto per gli USA, mentre la seconda sarà un network dedicato a mettere in circolazione tra la gente “comune” le idee presentate nelle varie conferenze.

Insomma TED è la migliore risorsa per chi è costantemente alla ricerca di nuovi stimoli e vuole conoscere sempre le ultime tendenze del meglio del pensiero mondiale sugli argomenti più caldi del millennio e ora sembra sulla buona strada per trasformarsi da sito d’elite a fenomeno di massa, con la speranza che la nuova ondata di utenti ascolti anche quanto detto e non vi si rechi solo per seguire l’ultima moda del web.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:
  • Nessun articolo correlato

2 Commenti

  1. Notizie dai blog su MegaMeeting: software web-based per videoconferenze

    [...] di argomenti, offrendo all’utenza il meglio del pensiero globale. blog: Blog di PcTuner.net | leggi l’articolo Per help e visualizzare le immagini abilitare javascript. Scrivi un [...]

  2. Lasciatevi ispirare: TED | presentational, sensazionale presentare

    [...] Ciò che nell’uso dei colori può fare la natura che ci circonda e la quotidianità, nella selezione delle parole possono fare le nostre letture quotidiane, nella scelta delle immagini qualsiasi media che ci circonda, per quanto riguarda l’atto della presentazione non ho trovato niente di meglio di ted. Riporto una descrizione che ho trovato in pctuner [...]

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati