FriendFeed: i social network in una sola pagina

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Se vi dico Paul Buchheit, vi viene in mente qualcosa? Probabilmente no, eppure stiamo parlando dello sviluppatore che ha creato GMail e Google Adsense e che ora sta pensando a un altro promettente progetto, questa volta totalmente diretto da lui.

I Social Network, si sa, sono ormai una mania, una moda dilagante che ha coinvolto larghe fette della popolazione mondiale e che non sembra conoscere soste, facendo registrare continue crescite di utenti, che probabilmente sono registrati su più di un servizio. Ma gestire ciascun account dalla propria pagina, porta per forza di cose a una dispersione dei contenuti, si fa fatica a seguire gli aggiornamenti e si perde costantemente il filo dei discorsi e tantissimo tempo a navigare tra quattro o cinque pagine. Ora però c’è FriendFeed.

Facebook sicuramente. Poi cosa? My Space molto probabilmente, YouTube, forse anche Twitter e magari un paio di blog personali e, perché no, anche un proprio sito. Per coloro i quali seguano abitualmente tutti questi spazi, tenerli costantemente aggiornati, postare e condividere informazioni con le diverse reti può diventare un lavoro a tempo pieno, non retribuito e una notevole fonte di tempo perso, essendo costretti a postare magari la stessa cosa dieci volte su pagine differenti. Buchheit allora, da conoscitore del Web e delle sue tendenze ha pensato bene di accentrare il tutto, ed ecco che nasce FriendFeed, una specie di portale configurabile, una pagina unica centralizzata da cui gestire simultaneamente tutti propri account sui vari social network, così da postare ad esempio un link o un video una volta sola, decidendo su quali siti mandarlo e ricevere costantemente gli aggiornamenti di tutti i porpri contatti e interessi, attraverso feed e aggiornamenti di tipo push. Un aggregatore di contenuti personali evoluto insomma, che può essere facilmente aggiornato anche tramite mail o cellulare.

Buchheit crede molto nella sua impresa, e si dice convinto che FriendFeed abbia le qualità per sfondare e diventare il nuovo GMail, resta da vedere solo l’accoglienza del mercato, perché si sa, non sempre ciò che è oggettivamente migliore ha la meglio, gli utenti sono molto abitudinari e mal sopportano le innovazioni, anche se miglioratrici di una situazione, come in questo caso, molto frammentaria e faticosa da seguire.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati