Amazon lancia il nuovo Kindle DX: solo una moda?

Gadget e Hi-Tech     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Ecco comparire quella che ormai è la terza release del celebre ebook reader di Amazon, si chiama Kindle DX e, come si intuisce dal nome, la novità sta proprio nelle dimensioni, ora con uno schermo da 9,7”.

 

Uno dei punti deboli del Kindle 2 era infatti proprio lo schermo, considerato da molti poco leggibile e troppo piccolo, ed è per questo che Amazon ha deciso di abbinare al nuovo nato qualcosa di più appetibile, un display con risoluzione di 1200 x 824 pixel da quasi 10”, come si confà ad un comune netbook, anche se ovviamente, visto il suo target, si è limitati a visualizzare solo 16 toni di grigio, mancando completamente la possibilità di funzionare a colori.

Potrebbe far storcere il naso la scelta di un display in scala di grigi su un apparecchio del genere, ma d’altronde il Kindle non ha mai voluto impegnarsi nel settore multimediale, restando fedele a quella che è stata l’idea di base che ha dato via al progetto: essere un lettore portatile di testi in formato elettronico. Sorge quindi spontanea una domanda: non è forse un po’ troppo grande per essere un dispositivo utile esclusivamente a leggere libri?

Purtroppo non è solo questo il problema, infatti il Kindle DX dovrebbe essere venduto a quasi 500 $, prezzo per il quale si può comprare tranquillamente un netbook, con sostanzialmente la stessa area visibile, maggiori funzionalità e parecchie limitazioni in meno.

Per il Kindle DX è stato aumentato anche il comparto di storage interno, portandolo a 3,3 GB, ma anche qui, con la stessa cifra si può comprare un netbook con 160 GB di spazio di memorizzazione dati.

E poi presente un modulo per la connettività 3G, di nuovo reperibile anche sui netbook di egual costo, un sensore di orientamento per ruotare automaticamente il display ed il supporto a diversi tipi di file, sia audio che immagini; riguardo a quest’ultimi resta da vedere l’effettiva utilità di fruire della possibilità di vedere solo immagini in scala di grigi, certo meglio che niente, ma sicuramente una scelta un po’ dubbia che potrebbe comprometterne l’adozione per una larga parte dell’utenza finale.

In pratica è un Kindle migliorato, questo non si può negare, ma quanto? Basta davvero renderlo più grande per farlo diventare un dispositivo di successo? Su questo si resta un po’ dubbiosi, specie perché, con lo stesso prezzo, si possono trovare soluzioni ben più pratiche e comode da usare.

L’unico vero pregio è l’autonomia di ben 4 giorni, che però, fosse stata ridotta leggermente in favore di uno schermo a colori, magari touch, e di qualche funzionalità in più che lo avesse reso meno settoriale, probabilmente il successo del Kindle DX sarebbe stato maggiore.

Un oggetto che insegue più una moda che un’effettiva necessità degli utenti e che oltretutto viene proposto ad un prezzo che poco ha dell’appetibile, il Kindle DX non sembra ancora in grado di soddisfare la promessa di Amazon di realizzare un ebook reader utilizzabile da tutti in modo pratico e veloce. La strada da fare è ancora lunga e sono ampi i margini di manovra, senza contare che, in un mercato ormai saturo di soluzioni multifunzione a basso costo, non si sentiva certo la mancanza di qualcosa molto più specializzata, anche se molto più trendy, ma eccessivamente in sovrapprezzo rispetto a quanto già è reperibile dall’utente finale.

Immagine anteprima YouTube

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

2 Commenti

  1. jumpjack

    c’e’ una cosa che nessuno dice degli ebook reader, che nemmeno questo video lascia intendere, e che si puo’ scoprire solo usandoli: sono leeeeeeeeeeeeeeeeeeentisssiiiiiimmmmi.

    Per sfogliare una pagina ci vogliono 1, 2 o anche tre secondi! E molti, come questo costosissimo DX, non sono nemmeno touch screen, quindi costringono a comlpesse ed elaborate acrobazie mentali per associare i tasti alle funzioni visualizzate sullo schermo.

    Gli ebook reader saranno davvero utili e competitivi col cartaceo solo quando supereranno questi limiti E costeranno meno di 100 euro (cioe’ forse nel 2016 o 2018…)

  2. naimah

    Gli ebook sono la più grande idiozia dell’era contemporanea, la vittoria del contenitore sul contenuto.

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati