Leica tinge la M8.2 di bianco, ma solo per pochi eletti

Fotografia     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Leica continua a voler stupire proponendo l’ennesima versione limitata dell’ormai famose M8, dopo la Safari Edition da 10.000 $, eccola quindi tingersi di bianco per accontentare la nicchia dei facoltosi appassionati con un modello speciale dedicato a loro.

 

La M8 White Edition verrà prodotto in numero estremamente limitato e sarà prenotabile su richiesta direttamente chiamando il produttore tedesco. Completamente realizzata a mano con materiali di pregio, la M8 non è che l’ultima incarnazione della filosofia Leica, che non bada certo a spese per far avere il meglio del meglio ai suoi clienti. Pur non essendo nuova la macchina incorpora un sensore CCD di manifattura Kodak da 27 x 18 mm per un totate di 10,3 MPixel ed è compatibile con quasi tutti gli obiettivi Leica ad attacco M (viste le dimensioni ridotte infatti alcuni potrebbero non funzionare perfettamente andando ad interferire con i meccanismi dello specchio). Pur misurando solamente 139 x 80 x 37 mm, non manca neanche il display LCD da 2,5” sul retro, con trattamento antigraffio in zaffiro; contrariamente a quanto sarebbe lecito pensare però, anche se piccola non pesa certo poco, raggiungendo i 591 g, dati dal fatto che è interamente realizzata in metallo, nella fattispecie in lega di magnesio rivestita in pelle.

Nel caso specifico della White Edition, la base è la rinnovata M8.2, ben nota fotocamera a telemetro in puro stile Leica, quindi dalle linee e dalle soluzioni che devono necessariamente piacere e che non rispecchiano quelli che sono i canoni estetici e funzionali tradizionali, ma che punta ad un segmento di appassionati, ben consci delle possibilità offerte e dell’esclusività che un marchio come Leica può dare.

Con questa White Edition non ci si smentisce quindi e, sebbene non se ne conosca il prezzo per ora, basta pensare agli oltre 4.000 € necessari per la versione base, senza ottiche, per farsi un’idea di massima della fascia nella quale potrà essere inclusa questa fotocamera per pochi eletti.

Gli emuli di Cartier Bresson sono avvisati quindi, chi volesse accaparrarsi questo gioiello, in tutti i sensi, di tecnologia farà bene a muoversi per tempo per prenotarne uno, altrimenti si dovranno accontentare dell’austero modello standard da soli, si fa per dire, 4.000 €, non certo una cifra enorme comunque per un pubblico abituato a Leica.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati