Facebook sempre più forte in Italia

Web e Business     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Questo è il risultato dell’analisi condotta da comScore relativa alla crescita del popolare social network sul territorio europeo. Cresciuto complessivamente del 175% nell’ultimo anno, riuscendo ad arrivare sesto nella classifica dei siti Web più visitati del mondo, con 275 milioni di visitatori al mese e una media di permanenza sul sito di ben tre ore al mese per utente, Facebook si dimostra ancora una volta un modello vincente e che non sembra arrestare la sua ascesa, almeno nel continente europeo.

 

Sui 17 paesi europei analizzati, Facebook si mostra leader delle classifiche dei social network in ben 11 stati, capitanati dalla Gran Bretagna con 22,7 milioni di visitatori e seguita dalla Francia con 13,7 e dalla Turchia con 12,4 milioni.

Il maggiore incremento rispetto all’anno passato lo ha però l’Italia, che balza da 382.000 a 10,7 milioni di visite mensili, con un aumento percentuale incredibile quantificabile nel 2721% che la porta ad essere il quarto paese europeo più affezionato a Facebook.

Anche la Spagna ha subito il fascino travolgente del social networking, balzando ad un + 999% rispetto al 2008, con un totale di 5,6 milioni di visite nel mese di Febbraio.

A chiudere la classifica invece Austria, Irlanda, Russia e Portogallo, con ognuno che non si scosta molto dal mezzo milione di visitatori mensili, e anzi, nell’ultimo non si arriva neanche a 200.000 contatti. Gli incrementi minori in termini percentuali li abbiamo invece proprio nel primo classificato, la Gran Bretagna, imputabili probabilmente più che altro ad una ormai sopraggiunta saturazione del mercato, con un + 75%; anche la Svezia non riesce a raggiungere il raddoppio dell’utenza, fermandosi al 90 % di incremento, così come la Norvegia che si blocca all’81%. Tutti gli altri paesi invece vedono un trend più che raddoppiato rispetto al 2008.

Non c’è spazio quindi per dubbi che possano intaccare la popolarità di Facebook, un sito con una forza di crescita che permane e anzi aumenta pur non essendo ormai più una novità per nessuno e che, pur con tutti i problemi che lo hanno afflitto ultimamente e con i continui segnali che ne presagiscono un calo imminente negli USA, continua a rimanere fermamente in testa alle classifiche.

Si voglia per l’assenza di competitor in grado di minarne la posizione, si voglia un po’ per l’effetto di un’emulazione massificata e strutturale che resta uno dei cardini su cui poggia la società moderna, fatto sta che Facebook, amato o odiato che sia, non intende cedere e probabilmente non cederà ancora per un bel pezzo in Europa, non contando che, visto il trend estremamente positivo, c’è da considerare che è più plausibile immaginare anzi un rafforzamento ulteriore della sua posizione. La moda non è ancora passata quindi, il fenomeno del momento è forte più che mai e l’utenza continua ad amarlo o forse, più semplicemente, continua ad essere condizionata dalla massa, cosa che, comunque, alla longevità di Facebook fa bene lo stesso.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati