Entro il 2020 i giapponesi andranno sulla Luna… con i robot!

Gadget e Hi-Tech     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Entro il 2020 i giapponesi hanno dichiarato che si recheranno sulla Luna con dei robot. Tranquilli, non si intende che effettueranno il viaggio per mezzo di mega robot giganti come quelli con cui hanno riempito i nostri pomeriggi di bambini, tipo Goldrake, Mazinga o Jeeg, ma di qualcosa di più normale e credibile. L’SHSD (Strategic Headquarters for Space Development), l’ente statale preposto alle missioni spaziali, si riferisce infatti alla possibilità di inviare sulla Luna una prima missione composta soltanto da androidi, seguita poi da una seconda composta da personale misto umano e robot. Ripensandoci però forse era più affascinante l’idea di andarci con Goldrake.

Col progredire delle conoscenze scientifiche e della potenza economica sono molte le nazioni che hanno intrapreso una pianificazione di missioni spaziali. L’epoca in cui solo USA e URSS erano in grado di mandare mezzi o anche equipaggi umani in orbita o fin sul nostro satellite è finita infatti, e mentre proprio queste nazioni hanno negli anni tagliato i fondi destinati a tali progetti, diradando lanci e missioni, nuovi paesi si sono affacciati alla ribalta con piani ambiziosi, tra questi ci sono Cina, India, Corea del Nord e, appunto, Giappone.
Quello che però non è cambiato nel corso dei decenni è l’uso e l’obiettivo di questi programmi spaziali, solitamente usati come strumenti di propaganda che simboleggiano la potenza, anche militare, della nazione e, di conseguenza, come mezzi diplomatici per dirimere o prevenire azioni da parte di altri paesi, che potrebbero trasformarsi in altrettanti problemi non risolvibili se non tramite scontri armati, tanto da far parlare, durante l’epoca della Guerra Fredda, di “diplomazia spaziale”.

Per quanto riguarda il Giappone infatti la decisione è stata presa all’indomani dell’annuncio da parte della vicina Corea del Nord, nazione tuttora a dittatura comunista, di stare ultimando i preparativi per eseguire il lancio di un missile multistadio che dovrebbe sorvolare proprio il Giappone. Quest’ultimo sospetta che la Corea invece stia facendo delle prove di lancio di missili a lungo raggio, in futuro equipaggiabili con testate nucleari, ed ecco allora che ancora una volta le missioni spaziali si trasformano in uno “show of force”: il Giappone infatti con questo annuncio vuol dimostrare di avere una potenza tecnologica, che può diventare militare, ben superiore alle capacità del pericoloso vicino.

Insomma, proprio come i Manga e gli Anime fantascientifici, che in realtà ci parlano del nostro presente, non sappiamo se il Giappone manderà mai degli androidi a passeggiare sulla Luna, purtroppo sappiamo benissimo però quali siano i problemi dell’uomo sulla Terra.

Fonte immagine

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Un commento

  1. Capricorn One

    Ma siamo proprio sicuri che l’uomo sulla luna ci sia già fisicamente arrivato?

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati