Si chiama Adamo il tentativo di Dell per insidiare Apple

Gadget e Hi-Tech, Guide     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Lungamente atteso e chiacchierato grazie anche a un’accorta campagna pubblicitaria da parte di Dell, poi confermato a gennaio, ma non presentato, al CES di Las Vegas e infine annunciato come disponibile nella giornata di oggi: ecco Dell Adamo, il nuovo laptop ultraportatile che “ruba” il titolo di notebook più sottile del mondo nientemeno che al MacBook Air di Apple.

Appena 0,65 pollici (1,65 cm) contro gli 0,76 pollici (1.93 cm) dell’Apple Air. Si tratta di pochi millimetri di differenza, ma questo la dice lunga sulla guerra spietata ormai in atto nel segmento degli ultraportatili di lusso. “Ci serve un prodotto-icona, che permetta alle persone di associare Dell a cose diverse” aveva del resto dichiarato Michael Tatelman, vice presidente di Dell. Detto fatto.

Ma Adamo per quanto presenti indubbiamente una linea interessante e richiami in molti aspetti la “filosofia” Apple è ben lontano dall’averne lo stesso appeal e la stessa forte personalità, anche se indubbiamente potrà piacere. Non solo, ma sotto molti aspetti non è competitivo con la soluzione proposta già da oltre un anno dall’azienda di Cupertino.

Molte cose sono in comune, come lo chassis ricavato da un unico pezzo di alluminio scavato da macchine a controllo numerico, o le dimensioni del display da 13,3″ in formato 16:9, retroilluminato a LED, il quantitativo di memoria pari a 2 GB DDR3, o l’hard disk a stato solido da 120 GB (Ma l’Air prevede anche un HDD normale da 128 GB), ma la potenza di calcolo ad esempio è inferiore: l’Adamo arriva infatti sul mercato con un processore Intel Core 2 Duo da 1.2 o 1.4 Ghz (l’Air può contare su un Core 2 Duo da 1.6 o 1.86 Ghz).

Certo l’Adamo presenta una tastiera retroilluminata e con tasti metallici ondulati per una perfetta ergonomia e una batteria che promette 5 ore di durata (quella dell’Air parla di 4,5 ore), ma pesa di più (1,8 Kg contro 1,35 del modello Apple) e costa di più offrendo, sostanzialmente le stesse cose. Adamo infatti partirà da 1.999 $, arrivando fino a 2.699 $ prezzi che se dovessero restare, com’è molto probabile, uguali nel cambio sul nostro mercato sarebbero più alti di quelli del concorrente (i cui modelli costano rispettivamente 1.699 € e 2.299 €).

Insomma pare proprio che, come già successo nel campo della telefonia mobile, dove la comparsa dell’iPhone ha stimolato tutti i più grandi produttori a sfornare in breve tempo prodotti con caratteristiche simili, anche nel campo degli ultraportatili la guerra sia aperta. Non è solo Dell infatti ad aver introdotto un proprio modello in aperta concorrenza con l’Air, ma anche HP, Sony ed altri infatti hanno già o avranno a breve le proprie proposte per questo target.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati