NVIDIA 3D Vision: dal CeBIT tridimensionalità da salotto

Gadget e Hi-Tech     Autore: Alessandro Crea Aggiungi un commento

Una novità, tra le diverse presentate al CeBIT, di cui non vi avevamo parlato, forse una delle più interessanti e sicuramente quella che ha riscosso la maggior curiosità, con persone costantemente in fila per provarla, sia chiama 3D Vision e porta il marchio NVIDIA. Un paio di occhiali e un particolare schermo LCD da 22″ costituiscono la base di questa nuova soluzione che rende possibile portare la visione tridimensionale nelle case di tutti.

Per ora a saltare fuori dallo schermo saranno solo i videogame, ma in futuro le applicazioni di questa nuova tecnologia potrebbero essere estese all’intero panorama dell’intrattenimento. Da metà aprile, al prezzo di circa 500 €, il kit NVIDIA sarà disponibile nei negozi. Composto da un particolare tipo di occhiali che integrano un chip, un monitor LCD con specifiche caratteristiche tecniche e una centralina, funziona in maniera relativamente semplice. La scheda grafica infatti elabora normalmente l’immagine e poi la sdoppia rendendola stereoscopica. La centralina a sua volta, collegata via cavo col PC e tramite infrarossi con gli occhiali, sincronizza le immagini tra i due dispositivi. Questi ultimi, infine, contengono nella montatura delle lenti una sorta di otturatori, che si aprono e si chiudono velocemente e in maniera alternata, procurando un effetto tridimensionale che noi abbiamo avuto modo di sperimentare e che è stato particolarmente convincente.

Certo, attualmente ci sono alcuni limiti tecnici. Il monitor anzitutto dev’essere in grado di raggiungere un refresh di 120 Hz, in modo da poterne fornire 60 a ciascun occhio. Attualmente monitor con queste capacità sono scarsi sul mercato, ma presto ne arriveranno diversi modelli. Poi serve una scheda particolarmente potente, in quanto deve poter renderizzare il doppio dei frame senza cali. Infine al momento non tutti i titoli sono supportati, anche se già all’esordio la lista non è certo brevissima.

Tuttavia, come abbiamo anticipato inizialmente, 3D Vision è in un certo senso solo il debutto di una tecnologia che, in futuro, potrebbe essere applicata anche ai filmati e non solo ai videogiochi, come mostratoci in privato presso lo stand NVIDIA, dove abbiamo potuto visionare alcuni video girati con una tecnologia che permette la visione tridimensionale. Inoltre ci è stato spiegato che si tratta solo di una prima versione e che presto i giochi potranno essere visualizzati totalmente al di fuori dello schermo. Il primo titolo a supportare tale “enhanced 3D” dovrebbe essere World Of Warcraft.

Si tratta quindi di una tecnologia indubbiamente promettente che, se saprà superare gli attuali e naturali limiti tecnici, potrebbe affermarsi come interessante soluzione per rivitalizzare sia il mercato dei videogiochi, sia quello delle schede grafiche, le cui vendite hanno fatto registrare un netto calo negli ultimi anni, per non parlare dell’industria del cinema hollywoodiano, che potrebbe trovare in 3D Vision una soluzione in grado di rilanciare le vendite dell’home video, attualmente affossate dalla pirateria.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati