Scribd: YouTube o PirateBay dei libri?

Web e Business     Autore: Alessandro Crea 3 Commenti »

Ti connetti, scegli il titolo di un libro, lo scarichi e lo leggi. Gratuitamente. Alcuni lo chiamano lo YouTube dei libri. Altri lo definiscono piuttosto l’emulo dei tanti database pirata che servono a condividere file illegalmente. A decidere a quale di queste due categorie appartenga il sito in questione sarà, ancora una volta e tanto per cambiare, un tribunale, cui si sono rivolti scrittori come J. K. Rowling e Ken Follett e il loro seguito di agenti ed editori, al fine di ottenere… giustizia o soldi?

Continua la lettura »

Trasformare il movimento in energia sarà possibile grazie ai nano fili piezoelettrici

Gadget e Hi-Tech, Guide     Autore: Alessandro Crea 1 Commento »

Trasformare i più piccoli movimenti, una leggera brezza di vento e persino i battiti cardiaci in energia elettrica per alimentare dispositivi portatili. Presto sarà possibile grazie ai nano fili piezoelettrici messi a punto dal team del professor Zhong Lin Wang, presso il Georgia Institute Of Technology.

Continua la lettura »

Mozilla vuole un Web in 3D

Gadget e Hi-Tech     Autore: Ivan Schinella 4 Commenti »

Il 3D sta per invadere anche il mondo del web, parola di Mozilla, che porta avanti ormai da qualche tempo una soluzione da implementare in Firefox per aggiungervi funzionalità di accelerazione tridimensionale per i contenuti web.

Continua la lettura »

Il nostro desktop parla di noi

Gadget e Hi-Tech     Autore: Alessandro Crea 1 Commento »

Voi in che modo tenete il vostro desktop, a casa o al lavoro? Con poche icone ordinate o inondato e caotico? Usate uno sfondo omogeneo e impersonale o avete immagini cui tenete, magari una foto di amici, un luogo visitato in passato o dove vi piacerebbe un giorno andare? Ovviamente che attraverso queste scelte si esprima la propria personalità credo sia una cosa scontata e nota a tutti, ma come leggere questi messaggi? Se siete tra quelli cui piacerebbe capire qualcosa di più del vostro collega di lavoro, con uno sguardo al suo desktop, allora dovete proprio leggervi il lavoro che una psicologa ha svolto per Microsoft.

Continua la lettura »

Last.fm d’ora in poi solo a pagamento: colpa della crisi o dei discografici?

Web e Business     Autore: Alessandro Crea Nessun Commento »

Last.fm, forse il più grande servizio musicale online, dal 30 marzo sarà fruibile in tutto il mondo soltanto a pagamento, con l’unica eccezione dei territori degli Stati Uniti, Germania e Gran Bretagna, dove ha sempre avuto il maggior successo. Per tutti gli altri sarà necessario sottoscrivere un abbonamento, per la verità assai modesto, di 3 euro mensili. Il problema non è però la spesa richiesta ma lo storico cambiamento, che suona come l’ennesimo campanello d’allarme per il modello di business della New Economy, la cui crisi è ormai accentuata dall’attuale congiuntura economica negativa. O forse, in questo caso, una parte di colpa l’hanno anche le Major?

Continua la lettura »

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati