World Mobile Congress 2009: prime indiscrezioni

Gadget e Hi-Tech     Autore: Luigi Mango Aggiungi un commento

L’edizione 2009 del World Mobile Congress, che si apre oggi sino al 19 febbraio a Barcellona parte sotto una cattiva stella, quella delle recessione mondiale in atto. Per far fronte alla crisi saranno presentati cellulari ad energia solare e molte piattaforme di servizi.

Si attendono alcune presentazioni annunciate da tempo, come Windows Mobile 6.5 da parte di Microsoft, su cui l’azienda punta moltissimo per risalire la china nel settore mobile, al momento dominato da Nokia ed Apple, mentre all’orizzonte si profila l’avanzata di Android di Google, un sistema operativo aperto che, al momento, ha visto la nascita solo di un modello di smartphone, l’HTC G1, ma si prospetta l’annuncio del G2 proprio durante questo evento.

Accennavamo alla crisi globale che ha già avuto importanti ripercussioni sul settore, in cui ci si attende il primo bilancio negativo dopo anni di crescita, + 16% nel 2007 e +7% nel 2008. Per questo motivo molte aziende hanno intrapreso una nuova strada per generare profitti e, contemporaneamente, per fidelizzare il cliente: la creazione di piattaforme proprietarie dove vendere applicazioni, programmi, giochi ecc.

Apple è stata la capostipite con l’App Store e con circa 500 milioni di download in sei mesi, è anche il leader di mercato. Si attende Nokia, che dopo il servizio Comes with Music dedicato al download di brani musicali, pare che voglia presentare una piattaforma dedicata ai propri terminali. La stessa Microsoft, in concomitanza con la presentazione di Windows Mobile 6.5, pare che presenterà un servizio online dedicato a tutti i dispositivi che utilizzano i propri sistemi operativi, mentre l’annuncio di RIM è atteso per marzo.

Sul fronte delle novità, ci si attende un nuovo Nokia dotato di fotocamera da 8 MP, al pari di alcuni dispositivi evoluti di LG, Samsung e Sony Ericsson, mentre Samsung ed LG presenteranno i primi cellulari dotati di celle solari, il primo con il modello Blue Earth, sconosciuto per ora il secondo esemplare.

Che la coscienza ecologica possa risollevare questa economia malata se lo aspettano in molti, ma a puntarci sono ancora in pochi.

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati