Nikon, non solo obiettivi, ora anche microscopi!

Fotografia     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Un nuovo accessorio per un mercato in costante crescita, quello delle fotocamere reflex, che sembra ormai continuamente invaso da prodotti che poco hanno a che fare con la fotografia in quanto tale, ma piuttosto cercano di espanderne il campo di utilizzo, sfoggiando funzioni strane e bizzarre, alle volte interessanti e riuscite, altre volte meno.

 

Se si rientri con questo prodotto nella prima o nella seconda categoria lo lasciamo decidere a voi, fermo restando che il Fabre Photo EX prodotto da Nikon Vision non è certo un oggetto che passa inosservato. E’ in sostanza quello che appare, un microscopio stereoscopico adattabile a qualsiasi reflex, innestandolo al posto dell’obiettivo tramite un adattatore.

Esistevano già da tempo attacchi per macchine fotografiche per i microscopi di fascia medio-alta, ora però ci troviamo nella situazione opposta, è quest’ultimo a diventare la feature aggiuntiva, rendendosi portatile e potendosi collegare ad una reflex come un normale obiettivo.

Grazie a questo accessorio si potranno quindi effettuare scatti da far invidia al più potente obiettivo Macro, anche se la sua vocazione principale rimane l’ispezione visiva di piccoli componenti nei normali processi industriali, direttamente on-the-fly, senza il bisogno di spostarli fisicamente per portarli ad un laboratorio. In più, sarà ovviamente possibile scattare le foto dell’oggetto interessato e salvare così i dati che interessano l’utente. Nulla vieta che, con un modulo WiFi, si possa poi spedire il tutto ad una postazione di controllo per la verifica degli addetti preposti alla manutenzione ed allo studio di eventuali soluzioni.

A dir la verità, il Fabre Photo EX non è il primo modello del suo genere, nel 2006 era già comparsa la sua prima versione non-EX, che non aveva suscitato molto clamore all’epoca. Oggi quindi Nikon Vision ci riprova, con un prodotto riveduto e corretto, utilizzante un prisma con correzione di fase differenziale per migliorare la qualità dell’immagine e, a differenza del predecessore che poteva essere montato solo sulle compatte, apre le porte al mercato delle reflex digitali. Migliorata anche la base, più grande e realizzata in alluminio, più consona ora ad essere utilizzata anche in ambienti dove è facile andare incontro a danneggiamenti accidentali, come possono essere appunto quelli industriali.

Il Fabre Photo EX funziona con una singola pila AA ed ha un’autonomia di 10 ore. Incorpora anche una fonte di luce a LED bianco per illuminare il soggetto ripreso, escludibile a piacimento oppure potenziabile con doppio LED a seconda delle necessità. Lo zoom sarà a tre livelli, partendo da 20x, necessitando però di un tubo di prolunga da inserire tra l’apparecchio e l’adattatore per obiettivi per raggiungere i 45x, fino ad arrivare a 66x con due tubi su sensore DX. Non manca ovviamente il supporto sia a sensori croppati in formato DX che ai Full Frame FX e, tramite un ulteriore accessorio, sarà possibile montare il Fabre Photo EX anche sulle compatte di ultima generazione.

Gli oculari infine potranno essere aggiustati da 51 a 72mm secondo i bisogni dell’utente, mentre la messa a fuoco sarà, con tutta probabilità, rigorosamente manuale.

Il Fabre Photo EX verrà venduto a breve per circa 1569 €, ai quali andranno aggiunti altri 329 € per l’anello adattatore per la fotocamera. Un prezzo decisamente alto per un utilizzo puramente hobbistico, ma va precisato che non si tratta certo di un prodotto amatoriale, bensì destinato ad una particolare fascia di pubblico che potrebbe trovare in questa soluzione un valido aiuto per il proprio lavoro. Per tutti gli altri resta un oggetto che può essere più o meno interessante, per il quale mettere da parte i soldi per poter sfoggiare l’ultimo gadget per la propria reflex oppure da guardare e commentare senza farsi minimamente sfiorare dall’idea di acquistarlo.

A quando in Italia? Non è dato saperlo, ma in Giappone uscirà il 20 Febbraio, chissà se mai farà la sua comparsa anche al di fuori dei confini nipponici.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati