Da Samsung arriva un cellulare… da urlo!

Gadget e Hi-Tech     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

E’ proprio il caso di dirlo, Samsung ultimamente ha alzato la voce nel settore della telefonia e si è fatta sentire… forse troppo questa volta!

Il nuovo SPH-W7100, appena presentato in Corea e, grazie all’approvazione FCC, pronto a sbarcare anche negli States, non sarà infatti il solito telefonino ma punterà ad inserirsi nei cuori delle donne e dei bambini, nonché nelle orecchie dei malintenzionati!

Con una sirena incorporata in grado di emettere un segnale da 100 dB e la capacità di segnalare al contempo la propria posizione via GPS alle autorità competenti sul territorio, è stato progettato per essere il non plus ultra in merito di soccorso del cittadino in condizioni di pericolo, ovunque si trovi.

Per il resto non è niente di speciale come cellulare, mantenendo comunque tutte le tecnologie più recenti per rimanere al passo con la concorrenza, puntando però su quelle feature di soccorso in più, che gli altri non hanno. In effetti potrebbe essere un’idea valida per la prevenzione di reati sempre più diffusi contro vittime inermi, anche se qualche dubbio si palesa all’orizzonte sulla sua effettiva efficacia e sulla sua resa nella quotidianità.

Nulla da eccepire sul sistema di segnalazione audio, che sicuramente saprà farsi sentire anche a distanze considerevoli, né su quello che riporta le coordinate GPS alle autorità, ma il suo utilizzo che ci preoccupa un po’. Nella vita reale, dove un oggetto del genere finirebbe in mano anche a persone che, “dimenticandosi” di leggere il libretto di istruzioni, premerebbero di continuo, involontariamente, il segnale d’allarme, oppure a “simpatici” utenti in vena di scherzi più o meno tollerabili, le segnalazioni alla polizia sarebbero innumerevoli e solo una piccola parte si dimostrerebbe effettivamente reale e necessitante di intervento. Per non parlare dell’inquinamento acustico che ne deriverebbe, grazie prevalentemente ai più burloni, che passerebbero intere giornate a far scattare l’allarme in giro per la città.

Insomma, la soluzione è valida, l’utenza però potrebbe non essere abbastanza matura oppure sufficientemente avvezza all’uso di funzioni che esulino dal comporre un numero e rispondere ad una chiamata, per utilizzare con responsabilità e la  necessaria attenzione un device del genere che, se mal impiegato, finirebbe per intasare inutilmente i centri di segnalazione della polizia, finendo per mandarla in giro in lungo e in largo inutilmente oltre che, diciamo la verità, a rompere le scatole a chi sta intorno al simpatico/sbadato utente.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati