Anche Vizio abbandona i Plasma. Siamo giunti alla fine?

Monitor e Tecnologie Video, Web e Business     Autore: Ivan Schinella Aggiungi un commento

Tempi duri per gli appassionati di TV ad alta definizione, dopo l’annuncio di Pioneer di voler terminare la produzione nel settore, adesso si accoda anche Vizio, decisa a smettere di occuparsi di televisori al plasma.

 

La compagnia californiana, che aveva fondato il suo successo sulla produzione di televisore HD a basso costo da vendere nelle grandi catene di distribuzione, sebbene con una strategia di mercato all’opposto di quella di Pioneer, ha ammesso di avere non pochi problemi a portare avanti questa attività e, per ora, abbandonerà i plasma restando con i soli LCD su cui puntare.

Il mercato dell’alta definizione sugli schermi al plasma si sta contraendo sempre di più, lasciando in vita per adesso solo i tre colossi LG, Panasonic e Samsung. Pare quindi che alla fine si sia arrivati a quello che era stato già ipotizzato da molti: i plasma non hanno futuro e sono stati sbaragliati dalla concorrenza fatta dagli schermi a  cristalli liquidi. Nel mondo infatti viene venduto un plasma ogni sette LCD, un rapporto che chiarisce bene quali siano le rotte da prendere per i produttori, che uno dopo l’altro stanno abbandonando la nave prima che affondi, anche se in effetti la tecnologia i suoi pregi li aveva eccome.

Innanzitutto i TV al plasma erano più economici a parità di dimensioni rispetto a gli schermi LCD che, visti i costi di produzioni proibitivi e per intrinseci limiti della tecnologia, non sono mai riusciti ad imporsi sul grande formato, dove invece i plasma hanno spopolato. Sebbene quindi, in un periodo di crisi economica, i plasma abbiano fatto registrare una crescita del 28% durante l’ultimo trimestre del 2008, grazie soprattutto alla spinta agli acquisti data dalle festività natalizie, in virtù del loro prezzo più accessibile, incrementando le vendite rispetto all’anno precedente, le aziende non si sentono sicure ad investire su questa tecnologia, cosa che ne decreterà, molto probabilmente, la fine entro breve tempo.

Gli LCD d’altro canto hanno perso circa il 2% rispetto all’anno precedente, pur continuando a far registrare volumi di vendite molto più elevati. Probabilmente quindi la crisi economica sta rimandando l’inevitabile fine dei display al plasma, ormai incamminati verso un sentiero in discesa che pare non avere altri sbocchi possibili se non la dismissione degli impianti di produzione.

Gli appassionati non sono però preoccupati più di tanto. Con gli OLED in dirittura d’arrivo, i sistemi FED e la LASER TV la scelta per i videofili è più che mai variegata ed interessante, cosa che probabilmente porterà, prima che i plasma vengano abbandonati definitivamente, ad uno spostamento volontario dell’utenza verso altri sistemi, rendendo indolore ed abbastanza invisibile la fine di quelli che fino ad oggi erano considerati il top per i setup home-theater.

Fonte

Condividi su:
  • Segnalo
  • Wikio IT
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Facebook
  • MySpace
  • LinkedIn
  • Technorati
  • Digg
  • del.icio.us
  • Print this article!
  • E-mail this story to a friend!
Articoli correlati:

Lascia un commento

*
To prove you're a person (not a spam script), type the security word shown in the picture. Click on the picture to hear an audio file of the word.
Click to hear an audio file of the anti-spam word

Tema & Icone by N.Design Studio – modificato da Terry Labunda
Entries RSS Comments RSS Collegati